Ricercatori scoprono gene collegato alla schizofrenia

Due team di ricercatori, uno dell’Università del Queensland, Australia e uno composto da ricercatori indiani, ha individuato un gene, denominato NAPRT1, che è collegato alla schizofrenia.
Lo studio ha preso in considerazione più di 3000 persone indiane, prevalentemente appartenenti ad etnie con discendenza europea, delle quali sono stati analizzati i genomi.

I ricercatori hanno scoperto maggiori probabilità di schizofrenia in persone con una determinata variante genetica.
Hanno infatti identificato il gene NAPRT1, il quale codifica un particolare enzima che è responsabile della produzione di vitamina B3.
Effettuando esperimenti sui pesci zebra, ed eliminando in questi ultimi il gene NAPRT1, i ricercatori notavano infatti che lo sviluppo del cervello dei pesci veniva compromesso.

Nello specifico il cervello dei pesce zebra non riusciva a dividersi simmetricamente, come specifica Bryan Mowry del Queensland Brain Institute, Uno degli autori dello studio.
Tra l’altro ciò spiegherebbe, secondo lo stesso ricercatore, perché gli studi mostravano, nelle persone affette da schizofrenia, difetti nel corpo calloso, ossia la congiunzione tra il lato sinistro e quello destro del cervello negli esseri umani.

Questo studio può aiutare, secondo Mowry, a rendere più chiare quelle cause che possono portare o determinare lo stato di schizofrenia e tutto ciò che rende le persone suscettibili a questa patologia: “Ora ci sono una moltitudine di varianti genetiche legate alla schizofrenia, ma non sappiamo ancora quali siano le centinaia di geni coinvoltiChe”, dichiara Mowry, lasciando intendere che molti altri studi andranno effettuati per capire a fondo le relazioni tra i geni e la schizofrenia.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo

Rispondi