Ricercatori scoprono perché avviene fase REM durante il sonno

Un gruppo di scienziati dell’Università di Berna, Svizzera, crede di avere risolto uno dei misteri riguardanti il sonno REM, una fase del sonno durante la quale il cervello diventa molto attivo.
È sempre infatti stato un mistero l’aumento della fase REM quando la temperatura della stanza si trova “al punto giusto”.

Secondo i neuroscienziati svizzeri, i responsabili sono particolari ormoni dei neuroni (melanin-concentrating hormone, MCH) all’interno dell’ipotalamo.
Sempre secondo i ricercatori, in una temperatura ambiente calda e confortevole, il bisogno di difendere la temperatura corporea viene ridotto al minimo E ciò innescherebbe la stessa fase REM.
La fase REM è caratterizzata da una grossa attività del cervello durante la quale restiamo in un certo senso paralizzati perdendo la capacità di termoregolare o comunque di mantenere ad un certo livello la nostra temperatura costante.

Come spiega Markus Schmidt del Dipartimento di Ricerca BioMedica (DBMR) dell’Università di Berna, autore senior dello studio, “questa perdita di termoregolazione nel sonno REM è uno degli aspetti più peculiari del sonno, in particolare perché abbiamo meccanismi accuratamente regolati che controllano la temperatura corporea durante la veglia o nel sonno non-REM”.
In un certo senso il corpo durante la fase REM comincia a non utilizzare più le proprie risorse energetiche per la dispendiosa difesa termoregolatoria.

Sposta invece queste risorse verso il cervello e ciò migliora le funzioni cerebrali di quest’ultimo. Proprio per questo i mammiferi avrebbero sviluppato la fase del sonno REM che avverrebbe dunque quando il bisogno di difendere la temperatura corporea viene ridotto al minimo.

Nel corso degli esperimenti i ricercatori hanno infatti visto che i topi vedevano aumentare la propria fase di sonno REM quando la temperatura della stanza arrivava ad un certo limite. Cosa che non avveniva invece con i topi geneticamente modificati che erano stati dai ricercatori privati del recettore per gli ormoni MCH.
Si tratta di un’ottimizzazione delle risorse energetiche, che vengono dirottate al cervello, che avviene quando il corpo non ha più il pressante bisogno ditermoregolarsi.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo