Rimegepant, nuovo farmaco per emicrania, si mostra promettente secondo studio

Un nuovo farmaco per l’emicrania, il Rimegepant, risulta promettente, secondo i ricercatori, nel trattare i sintomi della cefalea acuta e in generale per ridurre i dolori dell’emicrania lavorando su una specifica proteina, la CGRP.

Con uno studio su larga scala, poi pubblicato sul New England Journal of Medicine, i ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine, infondono dunque nuove speranze per tutte quelle persone con emicrania acuta per i quali i farmaci esistenti non hanno avuto gli effetti sperati, come specifica Richard B. Lipton, primo autore dello studio.

L’emicrania è infatti una patologia abbastanza diffusa (si stima che colpisca il 12-14% delle persone in tutto il mondo, parliamo di un miliardo di individui) e molte delle persone che la subiscono regolarmente vengono gravemente danneggiate anche nella loro attività quotidiana.

Ad oggi molte persone affette da emicrania assumono farmaci triptani (tra questi ultimi sono compresi il sumitriptan, l’eletriptan e il rizatriptan) che lavorano sui recettori della serotonina, cosa che sua volta restringe i vasi sanguigni riducendo l’infiammazione.

Tuttavia i farmaci triptani non hanno gli stessi effetti per tutte le persone e possono produrre effetti collaterali spiacevoli. Inoltre questi farmaci non possono essere assunti da quelle persone che già soffrono di patologie cardiovascolari.
Il nuovo studio ha invece valutato gli effetti del rimegepant. Alcuni dei partecipanti dello studio dovevano assumere, durante un attacco di emicrania, una compressa di rimegepant mentre altri dovevano assumere una compressa placebo.

Dopo due ore dall’assunzione i ricercatori notavano una differenza significativa a livello statistico: il19,6% dei pazienti che assumevano il rimegepant risultava libero dal dolore rispetto al 12% del gruppo placebo. Inoltre gli effetti collaterali risultavano minimi e solo in poche persone venivano registrate nausea e problemi al tratto urinario.

Il farmaco lavora sui recettori di una piccola per proteina denominata CGRP. Questa è una delle proteine rilasciate durante gli attacchi di emicrania e, si pensa, una delle responsabili del dolore.
La sperimentazione è stata sponsorizzata dalla Biohaven, un’azienda che produce il rimegepant e di cui lo stesso Lipton è un azionista.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook