Riscaldamento globale, anche fiumi si ghiacceranno sempre di meno durante gli inverni

Quando si pensa di riscaldamento globale e del relativo scioglimento dei ghiacci si fa quasi sempre riferimento ai ghiacci polari o ai ghiacciai montani.
Esiste però un tipo di scioglimento dei ghiacci che potrà avere conseguenze a livello economico ed ambientale parimenti distruttive ed è quello relativo ai fiumi che di solito si ghiacciano durante la stagione invernale.

Considerando che più della metà dei fiumi della Terra si gela ogni anno, capire l’eventuale diminuzione di questi ghiacci può dunque rivelarsi essenziale per molti ambienti anche perché gli stessi ghiacci dei fiumi intrappolano notevoli quantità di gas serra che altrimenti verrebbe rilasciato nell’ambiente.
È proprio su questo argomento che è stato redatto un nuovo studio condotto da ricercatori del Dipartimento di Scienze Geologiche dell’Università della Carolina del Nord. Secondo i ricercatori, la copertura annuale del ghiaccio dei fiumi diminuirà di circa sei giorni per ogni aumento di un grado Celsius della temperatura globale.

Nello studio, pubblicato ieri su Nature, si prende infatti in considerazione l’impatto che un livello minore di ghiaccio dei fiumi potrà avere sulla scala globale.
Per eseguire lo studio ricercatori hanno analizzato più di 400.000 immagini satellitari scattate nel corso di 34 anni dal 1984 2018. In questo modo hanno compreso quale fiumi tendevano a congelarsi di meno rispetto ad altri.

Innanzitutto hanno scoperto che ben il 56% di tutti i grandi fiumi nel mondo durante la stagione invernale si ghiaccia, come spiega nel comunicato stampa Xiao Yang, autore principale dello studio. Hanno poi scoperto “un declino generalizzato della copertura mensile dei ghiacci fluviali”, un declino medio di 2,5 punti percentuali a livello globale negli ultimi trent’anni.
Si tratta di una tendenza che potrebbe portare a sfide notevoli non solo per quanto riguarda l’ambiente ma anche l’economia di molte regioni che fanno affidamento proprio sui fiumi ghiacciati per le proprie principali reti di trasporto durante l’inverno.

Lo stesso studio osserva che il declino dei fiumi ghiacciati “probabilmente continuerà con il riscaldamento globale previsto”.
Il maggiore impatto si avrà nella zona delle Montagne Rocciose negli Stati Uniti nordorientali, nell’Europa orientale e nell’altopiano tibetano.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook