Riscaldamento globale, c’è una forma di vita che ne approfitterà tantissimo

Zostera marina (credito: Lamiot, CC BY-SA 1.0, via Wikimedia Commons)

C’è una forma di vita che beneficerà tantissimo del riscaldamento globale in corso: le piante marine. Queste ultime, infatti, si avvantaggeranno dall’aumento di temperatura e della CO2 negli oceani in quanto saranno maggiormente in grado di acquisire l’azoto di cui hanno bisogno per crescere diffondersi.

È quello che mostra un nuovo studio, pubblicato su Functional Ecology e realizzato da ricercatori del CCMAR – Centro de Ciências do Mar, Portogallo, e della Bangor University.
I ricercatori hanno fatto osservazioni sul campo in tre siti europei diversi concentrandosi soprattutto sulla Zostera marina, una pianta marina distribuita negli oceani di tutto il mondo.

Sono giunti alla conclusione che “il riscaldamento aumenta l’acquisizione totale di azoto da parte delle piante marine, nonché il relativo contributo di azoto organico all’acquisizione di azoto totale della pianta”, come spiega Paul Hill della School of Natural Sciences della Bangor, uno degli autori dello studio.

Le piante marine, infatti, mostrano una certa preferenza per l’azoto inorganico, di solito l’ammonio. La rigenerazione stessa dell’azoto inorganico tramite processi microbici risulta dunque più elevata negli ambienti più caldi.
E c’è anche un aspetto positivo in tutto ciò: più piante negli oceani significano maggiore biodiversità e maggiore potenziale di cattura del carbonio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook