Rivestimento naturale a base di uova mantiene alimenti freschi

Il rivestimento è fatto perlopiù di proteine di bianchi e tuorli di uova (credito: Jeff Fitlow)

Molte uova non raggiungono il mercato: solo negli Stati Uniti su 7 miliardi di uova prodotte all’anno, i produttori ne respingono il 3%. Parliamo di 200 milioni di uova che finiscono in discarica.
Secondo un team di ricercatori della Brown School of Engineering della Rice University, queste uova potrebbero essere utilizzate per produrre un rivestimento per proteggere gli alimenti, un rivestimento che, diversamente dalla plastica, risulterebbe rispettoso per l’ambiente.

Nello studio, pubblicato su Advanced Materials si parla di un rivestimento multifunzionale che ritarda la disidratazione, tra l’altro commestibile, e che fornisce una protezione antimicrobica.
Il rivestimento risulta inoltre impermeabile anche al vapore acqueo e ritarda la maturazione precoce. Il rivestimento, che è del tutto la naturale, si può poi lavare via con l’acqua, per chi non lo preferisce, ad esempio per gli allergici alle uova: basta un risciacquo di un paio di minuti per disintegrarlo del tutto.

Il rivestimento è fatto da bianchi e tuorli d’uovo, due elementi che rappresentano il 70% della sua costituzione. Il resto è fatto da cellulosa estratta dal legno e messa insieme su scala nanometrica nonché da una piccola quantità di curcumina e da una spruzzata di glicerolo che aggiunge elasticità.
I ricercatori hanno già testato Il nuovo rivestimento su frutti quali fragole ricoperte di salse, banane, mele,avocado e altri frutti ottenendo ottimi risultati e rallentando il loro processo di maturazione.

Inoltre, secondo quanto riferiscono i ricercatori, questo nuovo rivestimento non tossico risulterebbe parimenti resistente se paragonato ai rivestimenti classici, perlopiù pellicole sintetiche fatte di plastica.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook