Rotolamenti di rocce sulla Luna provocati da impatti di asteroidi avvenuti anche miliardi di anni fa

Mappe di calore della distribuzione lunare globale di caduta massi sia in proiezione equirettangolare (da 70 ° N a 70 ° S) che polare (da 60 ° N a 80 ° N e da 60 ° S a 80 ° S) (credito: NAC a LROC / ASU / NASA, Doi: 10.1038/s41467-020-16653-3)

Il fenomeno della caduta e del rotolamento dei massi e dei blocchi di roccia sulla Luna è stato oggetto di studio di una nuova ricerca apparsa su Nature Communications.
Prodotto da ricercatori dell’Istituto Max Planck per la ricerca sul sistema solare (MPS) e dell’ETH di Zurigo, lo studio fornisce diverse informazioni che danno un quadro di insieme su questo fenomeno, su quanto sia diffuso e su dove si verifichi maggiormente.

Analizzando più di 2 milioni di immagini della superficie lunare, i ricercatori hanno creato una sorta di mappa globale della caduta e del rotolamento delle rocce di un’ampia superficie della Luna che ingloba 136.610 tra frane e cadute di massi.
“Per la prima volta, questa mappa ci consente di analizzare sistematicamente la presenza e le cause delle cadute di massi su un altro corpo celeste”, spiega Urs Mall, ricercatore dell’MPS e uno degli autori dello studio.

La maggior parte dei massi che rotolano sulla Luna hanno un diametro compreso tra 7 e 10 metri, come spiega il primo autore dello studio, Valentin Bickel.
Precedentemente si era pensato che erano i terremoti lunari ad essere i principali responsabili di questi smottamenti che poi provocano lo spostamento e il rotolamento di massi. Tuttavia questo nuovo studio mostra che sono gli impatti degli asteroidi a svolgere un ruolo più importante per questo determinato fenomeno fino a rappresentare le cause di oltre l’80% di tutti i rotolamenti di massi osservati sulla superficie del nostro satellite naturale.

Gli impatti degli asteroidi sulla Luna, infatti, secondo i ricercatori, causano una rete di crepe le quali si estendono nel substrato roccioso provocando instabilità della superficie che può produrre lo spostamento di massi anche dopo periodi molto lunghi.
Le tracce di rotolamento di massi rocciosi si possono trovare un po’ovunque sulla Luna e ciò suggerisce che questi fenomeni avvengono anche miliardi di anni dopo l’impatto dell’asteroide che li ha provocati.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook