Scarabei stercorari usano sole e vento come bussole direzionali

Gli scarabei stercorari sono insetti molto interessanti perché si nutrono di sterco facendo con quest’ultimo delle caratteristiche palline che sono capaci di trasportare anche su lunghe distanze.
La nuova scoperta che un gruppo di ricercatori della Wits University ha fatto mette però ancora di più in risalto la straordinarietà di questo insetto.

I ricercatori hanno infatti scoperto una bussola biologica che questi scarabei utilizzano e che è basata sul vento e sul sole.
Questi scarabei utilizzano il sole come guida direzionale ma quando è nuvoloso oppure quando il sole supera i 75 gradi sopra l’orizzonte durante la giornata, non si danno certo per vinti e cominciano ad utilizzare il vento per navigare.

I ricercatori hanno fatto questa scoperta analizzando gli scarabei stercorari proiettando su di loro delle ventole e manipolando la direzione del vento che queste producevano.
Si sono accorti che la direzione del vento influenzava fortemente la direzione degli insetti. La stessa cosa avveniva anche con il sole la cui posizione veniva cambiata dai ricercatori tramite uno specchio.

Hanno così calcolato che quando il sole arriva ad un’altezza bassa o media nel cielo, gli scarabei cambiavano la propria direzione di 180° non appena la posizione del sole veniva anch’essa modificata di 180°.
Questi risultati mostrano che questi scarabei sono capaci di utilizzare il sole e il vento per capire dove andare e possono passare da una “bussola” all’altra se una delle due non risulta più efficiente o fornisce informazioni meno affidabili.

La ricerca di Marcus Byrne, professore alla Wits, e Marie Dacke, docente di biologia sensoriale all’Università di Lund, non è comunque finita qui: i due ricercatori ora intendono capire quale soluzione attuano gli scarabei stercorari quando non c’è sole e non c’è vento.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook