Scienziati analizzano endometrio uterino con tecniche 3D come mai fatto prima

Credito: S K Chavan, Shutterstock, ID: 1729082887

La morfologia dell’endometrio uterino umano è ancora più complicata di quanto si pensava in precedenza. Un team di ricercatori del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Università Niigata usato nuove tecniche di imaging e di analisi computazionale con microscopia a fluorescenza per ottenere immagini in 3D dell’endometrio giungendo a conclusioni interessanti.[1]

Le analisi hanno fatto scoprire quelle che vengono definite nel comunicato dell’Università Niigata come delle “morfologie uniche”, mai osservate prima con le normali tecniche istologiche in 2D.
Nello specifico i ricercatori hanno scoperto che le ghiandole endometriali formano una struttura molto complessa nel rizoma, uno strato che prende il nome dallo stelo delle piante. Inoltre i ricercatori hanno scoperto che diverse ghiandole condividono il rizoma salendo verso l’epitelio luminale. Queste strutture sono state scoperte in tutti i campioni analizzati, indipendentemente dall’età o dalle fasi di cicli mestruali dei soggetti.[1]

I ricercatori hanno analizzato anche la struttura delle lesioni adenomiotiche. Queste ultime vengono provocate dall’ adenomiosi, una patologia benigna che vede una presenza normale da parte delle ghiandole endometriali e dello stroma nel miometrio oppure nelle pareti del muscolo dell’utero. I ricercatori hanno scoperto che l’endometrio viola il miometrio e che le strutture aberranti tendono ad allungarsi formando delle ghiandole più fini le quali si ramificano in maniera molto intricata estendendosi sui vasi sanguigni dell’utero, come se fosse una colonia di formiche.[1]

“Il nostro imaging 3D ha stabilito la linea di base per la struttura 3D delle ghiandole endometriali umane e delle lesioni adenomiotiche. Questi risultati cambiano dinamicamente il concetto di endometrio uterino umano” , spiega Takayuki Enomoto, uno dei ricercatori che ha guidato il team di studio.[1]
Secondo i ricercatori una migliore comprensione della complessa morfologia dell’endometrio umano, anche tramite analisi 3D, potrebbe portare, parallelamente, ad una identificazione migliore delle patogenesi delle patologie collegate all’endometrio.[2]

Note e approfondimenti

  1. Study reveals the 3D structure of human uterine endometrium and adenomyosis tissue | News | NIIGATA UNIVERSITY
  2. Three-dimensional understanding of the morphological complexity of the human uterine endometrium: iScience (DOI: 10.1016/j.isci.2021.102258)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo