Scienziati analizzano più di 2000 galassie scoprendo cose interessanti

Analizzando i dati raccolti dai radiotelescopi del grande array MeerKAT, collocati in Sudafrica, un team di ricercatori ha analizzato più di 2000 galassie. Si tratta di un lavoro importante che servirà senz’altro per capire come si formano le galassie e come si sono evolute dall’inizio dei tempi.

Elettroni di raggi cosmici importanti per analizzare galassie

I risultati conseguiti dai ricercatori, come spiega su The Conversation Fangxia An, una ricercatrice dell’Inter-University Institute for Data Intensive Astronomy, suggeriscono che, se si vuole capire meglio l’evoluzione delle galassie, probabilmente utile analizzare gli elettroni dei raggi cosmici. Questi elettroni, man mano che passa il tempo, tendono a perdere energia. Dato che l’energia non può svanire nel nulla, i ricercatori hanno tentato di capire dove potesse andare a finire e hanno concluso che l’energia che perdono si converte in emissioni elettromagnetiche.

Emissioni degli elettroni possono sfuggire alle galassie e raggiungerci

Queste emissioni, a loro volta, riescono a sfuggire dalla galassia attraversandole distanze cosmiche e sono proprio quei segnali raccolti dai radiotelescopi della rete MeerKAT.
I ricercatori si sono interessati in particolare a 2094 galassie attive, galassie nelle quali c’è ancora un effettivo livello di formazione stellare, situate a distanze varie. Dunque hanno potuto osservare più galassie su diversi livelli temporali, un metodo ideale per capire come crescono le galassie e quali sono quelle caratteristiche che ne influenzano la stessa evoluzione.

Studiare varie caratteristiche delle galassie

In effetti la luce di una galassia può impiegare 1 miliardo di anni per raggiungerci o anche 11 miliardi di anni, differenze temporali che permettono agli studiosi di osservare le galassie in varie fasi della loro evoluzione.
I ricercatori hanno misurato il livello di luminosità, quanto sono attive e quanto sono massicce nonché diverse altre caratteristiche e proprietà fisiche scoprendo che più è massiccia una galassia più grande è la differenza di intensità di emissione radio a diverse frequenze radio. Un dato coerente con le emissioni radio degli elettroni dei raggi cosmici che gradualmente rallentano.

Note e approfondimenti

  1. Radio spectral properties of star-forming galaxies in the MIGHTEE-COSMOS field and their impact on the far-infrared-radio correlation | Monthly Notices of the Royal Astronomical Society | Oxford Academic (IA) (DOI: 10.1093/mnras/stab2290)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo