Scienziati scoprono che topi maschi vergini sono sconvolti dalle banane

Credito: unoL, Shutterstock, ID: 1067951009

I topi maschi sembrano avere notevoli difficoltà nello stare a stretto contatto con le banane, anzi risulterebbero molto stressati dal loro caratteristico odore, secondo una ricerca dai risultati singolari ottenuti da un team di ricercatori della McGill University di Montreal, come riferisce Live Science.

Risultato è stato una sorpresa

In realtà il risultato è stato una sorpresa, come ammette Jeffrey Mogil, professore della sezione di psicologia alla McGill e autore senior dello studio. I ricercatori non stavano cercando un risultato del genere mentre eseguivano delle analisi degli ormoni dello stress nei topi maschi quando questi ultimi stavano a contatto con le femmine in gravidanza oppure durante la fase di allattamento.

N-pentil acetato

I ricercatori hanno scoperto un determinato cambiamento ormonale dei maschi che veniva provocato da un composto denominato n-pentil acetato il quale era presente nell’urina delle femmine. Si tratta di un composto che, però, è presente anche nelle banane, anzi dona a questo frutto il caratteristico odore.

Chemiosegnalazione

Uno studente del laboratorio Mogil ha notato, per puro caso, che quando le femmine di topo incinte si trovavano vicino ai maschi, questi ultimi cominciavano a volte a comportarsi in maniera strana e questo capitava soprattutto ai maschi vergini. Essendo questi ultimi predatori potenziale, le femmine durante la gravidanza durante l’allattamento mettono in atto un fenomeno chimico denominato “chemiosegnalazione”. In sostanza emettono degli odori corporei i quali rappresentano un messaggio rivolto ai maschi affinché stiano lontani. In questo caso l’odore veniva emesso tramite le urine.
Come spiega Mogil, non si tratta di un fenomeno nuovo: molti animali e mammiferi fanno affidamento sul senso olfattivo per raggiungere scopi di questo tipo.

L’esperimento con l’olio di banana

I ricercatori scoprivano che il livello di stress nei maschi tendevano ad aumentare quando la sostanza chimica veniva emessa nelle urine da parte delle femmine. Dopo aver scoperto il composto che provocava questo particolare odore, essendo a conoscenza del fatto che è presente anche nelle banane, hanno voluto fare un esperimento con dell’olio di banana. Hanno comprato il prodotto in un supermercato per effettuare esperimenti onde capire se esso aveva lo stesso effetto. Hanno aggiunto quest’olio a dei batuffoli di cotone e hanno messo questi ultimi nelle gabbie dei maschi.

Risultati

Il livello di stress dei maschi aumentava maniera considerevole in maniera simile a quanto avveniva quando venivano esposti all’urina delle femmine incinte o durante l’allattamento. Secondo i ricercatori si tratta chiaramente di un picco ormonale collegato allo stress provocato dall’N-pentil acetato. Tuttavia i ricercatori scoprivano che l’esposizione a questo odore, sia tramite l’urina delle femmine che tramite l’olio di banana, procurava anche effetti analgesici e antidolorifici e migliorava la resistenza al dolore dei maschi. L’effetto che durava circa un’ora.
Questi effetti risultavano però molto più alti nei maschi vergini, evidentemente predatori potenziali più “pericolosi” per le femmine incinte o che dovevano allattare.

Note e approfondimenti

  1. Olfactory exposure to late-pregnant and lactating mice causes stress-induced analgesia in male mice (DOI: 10.1126/sciadv.abi9366)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo