Scienziati scoprono come fanno i koala per bere

Koala che lecca gocce di pioggia che cadono dal tronco di un albero (credito: Echidna Walkabout e Koala Clancy Foundation)

Per la prima volta un team di ricercatori, che ha pubblicato il proprio studio su Ethology, è riuscito a riprendere dei koala mentre bevevano leccando gocce di pioggia che scorrevano sui tronchi degli alberi. Lo studio è stato effettuato da un team di ricercatori dell’Università di Sydney.
Si pensava, infatti, che i koala prelevassero l’acqua di cui hanno bisogno, non che abbiano bisogno di grosse quantità, dalle foglie che mangiano.

Sostanzialmente si credeva che i koala non bevessero molta acqua liquida e che lo facessero solo sotto condizioni di forte stress e in cattività oppure quando si avvicinano a turisti in generale a esseri umani. I liquidi prelevati dalle foglie rappresentano infatti il quantitativo minimo che permette loro di sopravvivere.
Ora che i ricercatori li hanno visti leccare l’acqua dei tronchi degli alberi, come spiega Valentina Mella, ricercatrice della Scuola della Vita delle Scienze Ambientali dell’università australiana, cambia in maniera significativa la comprensione che abbiamo di questi animali riguardo all’approvvigionamento dell’acqua, una scoperta per certi versi abbastanza eccitante.

Questo studio arriva in un momento in cui l’Australia sta vivendo uno dei suoi periodi secchi più lunghi in assoluto con piogge molto rare e temperature massime che stanno battendo ogni record. In situazioni di questo genere i koala sono tra i primi a subire le conseguenze in quanto soffrono molto il caldo e le temperature secche. Proprio per questo stanno imparando sempre più a bere da fonti di acqua artificiale, ad esempio fontane pubbliche, e ciò li porta ad avvicinarsi sempre più pericolosamente ai centri abitati.
“Questo tipo di comportamento nel bere – leccando i tronchi d’albero – si basa sul fatto che i koala siano in grado di basarsi su piogge regolari per accedere all’acqua libera e indica che possono subire gravi effetti dannosi se la mancanza di pioggia compromette la loro capacità di accedere all’acqua libera”, spiega Mella.

Questo studio sottolinea ancora di più quanto gli alberi siano importanti per questa specie animale, notoriamente in pericolo di estinzione, in quanto fonte non solo rappresenta un habitat per la sopravvivenza e una fonte di cibo solido ma anche di acqua liquida per sopravvivere.
Secondo i ricercatori, tre quarti dell’acqua di cui i koala necessitano proviene dalle foglie di eucalipto di cui sono molto golosi. Tuttavia questi animali hanno imparato adattarsi al clima australiano che prevede periodi secchi, più o meno lunghi, limitando le perdite di acqua a livello cutaneo e sviluppando una straordinaria capacità di concentrazione urinaria.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook