Scioglimento dei ghiacci permetterà più spedizioni scientifiche nell’Artico

Sembra esserci almeno un aspetto positivo, anche se molto labile se confrontato con le conseguenze nefaste, riguardante lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico.

Secondo un nuovo studio, a causa dello scioglimento dei ghiacci nell’Artico un numero sempre più grande di navi da ricerca potrà attraversarlo per risolvere i principali misteri scientifici di questa zona del mondo.
Da questo punto di vista, si aprirà un era di nuove scoperte che permetterà di conoscere davvero questo continente ghiacciato mai davvero battuto.

Già la navigazione di tipo commerciale, per esempio, è aumentata tantissimo negli ultimi anni e anche le spedizioni scientifiche non dovrebbero essere dunque da meno.
Ad esempio è stato calcolato che le navi americane nei mari artici sono aumentate del 128% tra il 2008, quando ad attraversare l’Artico furono 120 imbarcazioni, e il 2018, quando invece ne sono passate 300.

Secondo lo scenario più plausibile che i ricercatori hanno calcolato, l’attività delle navi nei mari artici aumenterà ad un tasso del 2,3% all’anno, un tasso che dovrebbe vedere 377 navi navigare in queste acque nel solo 2030.
A questo si aggiunge il fatto che anche altre nazioni, come Russia e Cina, stanno espandendo le loro flotte perché sempre più interessate ai tratti di mare dell’Artico anche in chiave di estrazione petrolifera.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook