Scoperta fluorescenza in una piccola rana brasiliana

Un gruppo di ricercatori guidati da Sandra Goutte della New York University Abu Dhabi ha scoperto l’effetto di fluorescenza in una specie di rana brasiliana, la Brachycephalus ephippium. Inizialmente i ricercatori stavano studiando le modalità di comunicazione tra varie specie di rane ma hanno scoperto che proprio questa specie non era capace di udire segnali acustici relativi all’accoppiamento.

Posta vicino al lampada UV rana diventava fluorescente

I ricercatori hanno compreso che questo segnale doveva comunque avvenire in qualche modo, probabilmente a livello visivo. Proprio per questo hanno provato a porre una lampada UV vicino al corpo della rana ed hanno scoperto che la schiena e la testa della rana brillavano intensamente per il fenomeno della fluorescenza.
Quest’ultimo non può essere avvertito dagli occhi umani a meno che non si ponga una lampada ultravioletta vicino alla fonte, proprio come è avvenuto durante lo studio.

Brachycephalus ephippium

La Brachycephalus ephippium è una piccola rana endemica della foresta atlantica del Brasile, una delle più piccole al mondo (di solito non supera i 2 cm di lunghezza), definita anche “rana goccia d’oro” o “pumpkin toadlet” in inglese. Può essere soprattutto trovata negli Stati sud-orientali del Brasile, ad esempio dello Stato di Rio de Janeiro o in quello di San Paolo, e le solite vivere in ambienti di foreste umide tropicali o subtropicali.
Si tratta di rane velenose che, durante la stagione dell’accoppiamento, producono diversi simili a dei ronzii per cercare un compagno.

L’effetto di fluorescenza nella rana

Nello studio, pubblicato su Scientific Reports, si riporta che l’effetto viene creato da alcune placche ossee poste proprio sotto la pelle molto sottile della rana. Grazie a queste placche, sostanzialmente tutto lo scheletro della rana diventa fluorescente, proprio grazie al fatto che il tessuto cutaneo è spesso solo 7 micrometri e manca di cellule pigmentati scure che possano bloccare il passaggio della luce.

A cosa serve questa fluorescenza?

Al momento i ricercatori non sono sicuri riguardo al ruolo di questa fluorescenza: serve per comunicare con le altre rane, ad esempio durante la fase di accoppiamento, o serve per avvertire i potenziali predatori del fatto che sono tossiche? Nuovi studi andranno effettuati per comprendere di più riguardo a questa speciale caratteristica.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”

Commenta per primo

Rispondi