Scoperta molecola che permette a batteri innocui o utili di non essere attaccati dal sistema immunitario

Uno gruppo di ricerca della Universitätsmedizin di Berlino dichiara di aver effettuato importante scoperta relativa al meccanismo con il quale il nostro corpo innesca quelle reazioni immunitarie contro i microrganismi e batteri nell’intestino. La ricerca mostra che sia il microbioma intestinale che il sistema immunitario contribuiscono in maniera reciproca a mantenere l’equilibrio nell’intestino.

Pubblicata su Nature Immunology, la ricerca descrive le analisi effettuate dagli scienziati sui regolatori molecolari delle interazioni del microbioma immunitario nei topi. In particolare lo studio si è concentrato sulle cellule T regolatorie, cellule immunitarie che fanno sì che quei microrganismi innocui o utili presenti nel nostro intestino non vengano attaccati ed eliminati dal sistema immunitario.

Ancor di più nello specifico, i ricercatori hanno identificato una molecola, denominata c-Maf, che favorisce lo sviluppo delle cellule T regolatorie nell’intestino, come spiega Alexander Scheffold dell’Università di Kiel (CAU), uno degli autori della ricerca insieme a Christian Neumann (Charité), Sascha Rutz (Genentech, San Francisco) e Axel Kallies (Università di Melbourne e Walter e Eliza Hall Institute of Medical Research, Melbourne): “Se questa molecola manca, il sistema immunitario dell’intestino reagisce in modo eccessivo e la composizione del microbiota cambia considerevolmente”.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook