Scoperta nuova specie di piccola scimmia amazzonica

Mico munduruku (credito: fauna-flora.org)

Una nuova specie di scimmia individuata nello stato del Parà in Brasile è stata identificata dagli studiosi; ne dà l’annuncio un comunicato stampa apparso sul sito della Fauna and Flora International, un’organizzazione internazionale non governativa.

Mico munduruku

La scimmia vive in un’area di 55.000 km quadrati nel sudovest dello Stato del Parà, in Brasile, ed è stata denominata dagli studiosi Mico munduruku. Fa parte del genere Mico, un gruppo di scimmie del Nuovo Mondo della famiglia delle Callithrichinae.
Il nominativo “Munduruku” fa riferimento ad una popolazione di nativi locali.

La sua caratteristica principale è rappresentata dalla coda bianca, che fin dal primo avvistamento ha attratto subito l’attenzione dei ricercatori, come specifica Rodrigo Costa Araújo dell’Istituto Nazionale di Ricerca Amazzonica in Brasile, uno dei ricercatori impegnati in questa ricerca.
La coda bianca può essere considerata una caratteristica molto rara nei primati neotropicali, come ricorda lo stesso Araújo.

Appena scoperta ma già in pericolo di estinzione

Si tratta di una scoperta importante ma anche preoccupante allo stesso tempo: la piccola scimmia è stata infatti scoperta in quello che è definito come “l’arco della deforestazione”, ossia una zona dell’Amazzonia che ha subito forti atti di disboscamento illegali e di conseguente espansione agricola negli ultimi anni.

Oltre a ciò quest’area è una di quelle preferite dai minatori d’oro che sono soliti dragare e scavare i letti dei fiumi, anche i più piccoli affluenti.
Questa situazione ambientale causata dall’uomo fa intendere che la piccola scimmia appena scoperta, la cui specie è caratterizzata già da un esiguo numero di individui, corre seri pericoli di estinzione.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook