Scoperta per caso nuova coppia di ghiandole salivari nella testa umana

Le frecce indicano il posto in cui i ricercatori hanno trovato, ben nascosta, una nuova coppia di ghiandole salivari (credito: DOI: https://doi.org/10.1016/j.radonc.2020.09.034 - Radiotherapy and Oncology)

Un piccolo studio, pubblicato su Radiotherapy and Oncology, mostra che il corpo umano può ancora sorprendere in termini di scoperte anatomiche. Se pensate che ogni angolo o anfratto dell’interno del nostro corpo sia stato già analizzato, decifrato o anche solo scoperto, forse vi sbagliate.
Come rileva il New York Times, che riprende il suddetto studio, un team di scienziati dei Paesi Bassi ha scoperto quello che dovrebbe essere una nuova coppia di ghiandole salivari. Queste ultime si trovano in un angolo nascosto della testa, in un incrocio in cui la cavità nasale si incontra con quella della gola. Questa sorgente del tutto nascosta di saliva sarebbe la prima scoperta di un organo interno del corpo umano (di queste dimensioni) dopo 300 anni quasi.

Fino a questa scoperta, infatti, quello che si sapeva era che le coppie di ghiandole salivari all’interno dei nostri corpi erano solo tre: una vicino alle orecchie, una sotto la mascella e un’altra proprio sotto la lingua. Matthijs Valstar, un ricercatore dell’Istituto olandese per la ricerca sul cancro nonché uno degli autori principale dello studio, ritiene invece di aver individuato una quarta coppia.
Lo studio è limitato in quanto ha esaminato una popolazione di soggetti umani molto limitata, come ammette Valerie Fitzhugh, patologa dell’Università Rutgers che interviene sulla New York Times e che non ha partecipato allo studio. In ogni caso se questa scoperta venisse confermata cambierebbe l’approccio che oggi abbiamo riguardo a varie malattie in cui queste ghiandole sono coinvolte.

Inizialmente i ricercatori dei Paesi Bassi non sono partiti cercando uno nuovo organo, men che meno un nuovo paio di ghiandole, e quindi sono rimasti loro per primi sorpresi quando hanno scoperto una nuova coppia di sottili ghiandole salivari lunghe circa 5 cm tutt’intorno ai “tubicini” che collegano le orecchie alla gola dopo aver cominciato a sezionare due cadaveri.
Questa nuova coppia, la quarta, è ben nascosta e molto poco accessibile e quindi il fatto che non sia stata mai scoperta potrebbe essere giustificabile.

Le ghiandole salivari svolgono un ruolo molto importante all’interno del corpo perché producono saliva (complessivamente ne producono più di un litro al giorno in un individuo sano). La stessa saliva serve in primis per lubrificare la bocca ma ha un ruolo importante anche per quanto riguarda l’emissione della voce e la deglutizione. Inoltre vanta anche dei rudimentali poteri curativi (può contrastare i microbi cattivi sulle ferite, per esempio).

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook