Scoperte quattro nuove lucertole sulle Ande in Ecuador

Pholidobolus samek, una delle quattro nuove specie classificate dai ricercatori (credito: Darwin Nuñez e Valeria Chasiluisa, Doi: 10.3897/zookeys.954.50667)

Sono ben quattro le nuove specie di lucertole appartenenti al genere Pholidobolus scoperte da un team di ricercatori nel sud dell’Ecuador, in aree andine scarsamente esplorate. Le nuove specie sono state identificate analizzando le differenze morfologiche con le altre specie conosciute nonché le differenze genetiche.

Due delle quattro specie, la Pholidobolus samek e la Pholidobolus condor differiscono dalle specie conosciute appartenenti allo stesso genere per delle strisce dorsolaterali di colore verde situate sulla testa.
La Pholidobolus dolichoderes , un’altra delle quattro nuove specie individuate, si distingue invece per il collo più lungo e per il maggior numero di squame sulla testa. L’ultima specie individuata, la Pholidobolus fascinatus, si distingue invece perché manca di squame mediali e per una cospicua striscia lungo la colonna vertebrale.

Si tratta di piccole lucertole che non superano i 60 mm di lunghezza e che vivono ad alte quote, spesso ad altitudini comprese tra 1800 e 4100 metri.
Attualmente il genere Pholidobolus contiene 10 specie (a cui dunque vanno ad aggiungersi queste nuove quattro), tutte endemiche di Ecuador, Perù e Colombia.
Questo genere fa parte della famiglia delle Gymnophthalmidae, una famiglia di lucertole spesso denominate “lucertole con gli occhiali”, a causa del fatto che le loro palpebre inferiori sono trasparenti e consentono a questi animali di riuscire ancora vedere anche ad occhi chiusi.

Le lucertole appartenenti a questa famiglia sono grandemente diversificate; i ricercatori credono che la grossa diversificazione sia spiegabile proprio nell’ambiente delle Ande tropicali che con i loro diversi livelli di elevazione, e quindi di radiazione solare tra le altre cose, hanno causato grossi livelli di diversità.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook