Scoperti i resti del più grande cacciatore di terra mai individuato in Europa

Credito: ArthurWeasley (derivative work: Dinoguy2), Wikimedia Commons, Creative Commons — Attribution 2.5 Generic — CC BY 2.5

I resti fossili di quello che potrebbe essere “uno dei più grandi cacciatori di terra mai visti in Europa”, come riferito in un nuovo comunicato di PeerJ, sono stati analizzati in un nuovo studio condotto da un team dell’Università di Southampton.
Soprannominato dei ricercatori lo “spinosauride di White Rock” (nome che deriva dallo strato roccioso in cui i fossili sono stati trovati), il dinosauro in questione aveva proporzioni definite come “impressionanti”.

Resti sono stati rinvenuti sull’isola di Wight

I resti sono stati rinvenuti sull’isola di Wight, al largo della costa meridionale inglese, e sono stati classificati come appartenenti ad una nuova specie di dinosauro con “la faccia da coccodrillo”, gli spinosauridi.
Lo stesso team di ricercatori, come spiega il comunicato, aveva già classificato due nuove specie di dinosauri nel 2021.

Dinosauro enorme con una lunghezza che superava i 10 metri

Chris Barker, uno dei ricercatori che ha guidato lo studio, spiega che si trattava di un dinosauro enorme con una lunghezza che superava i 10 metri. Proprio per le dimensioni enormi, probabilmente si trattava di uno dei predatori più grandi in Europa durante il periodo in cui è vissuto (i resti sono di un esemplare vissuto all’incirca 125 milioni di anni fa durante il cretaceo inferiore).

Formazione Vectis

I ricercatori hanno analizzato fossili di vertebre pelviche e della coda che sono stati trovati nella Formazione Vectis. La cosa insolita, quest’ultima, come spiega Neil Gostling, paleobiologo a Sao tempo con e autore corrispondente dello studio, in quanto in questa formazione, vecchia circa 125 milioni di anni, pochissime volte sono stati trovati fossili di dinosauri.

Spinosauridi probabilmente hanno avuto origine nell’Europa occidentale

Secondo i ricercatori si trattava di un dinosauro che frequentava agevolmente le acque lagunari oltre che le distese sabbiose. I ricercatori non hanno ancora classificato il nuovo dinosauro con un nome scientifico ufficiale anche perché i resti sono molto scarsi. Sperano che qualche altra traccia possa essere trovata nello stesso luogo in futuro. In ogni caso il ritrovamento mostra, come spiega Darren Naish, un autore dello studio, che i dinosauri spinosauridi probabilmente hanno avuto origine nell’Europa occidentale prima di diffondersi in molti altri luoghi.

Pezzi di bacino con dei tunnel scavati

Tra l’altro i ricercatori hanno trovato anche tracce di quelle che probabilmente erano larve che si sono cibate delle ossa dell’esemplare. I ricercatori hanno infatti trovato pezzi di bacino con dei tunnel scavati all’interno, opera, molto probabilmente, di insetti scavatori che si sono cibati dei resti ossei dopo la morte dell’esemplare.

Note e approfondimenti

  1. Europe’s largest land predator found on the Isle of Wight – PeerJ Blog
  2. A European giant: a large spinosaurid (Dinosauria: Theropoda) from the Vectis Formation (Wealden Group, Early Cretaceous), UK [PeerJ] (DOI: 10.7717/peerj.13543)

Articoli correlati


Condividi questo articolo


Dati articolo