Scoperto composto nel latte materno che aiuta bambino a sconfiggere batteri patogeni

Un nuovo articolo scientifico riguardo agli aspetti positivi del latte materno è stato pubblicato su Scientific Reports.
Il nuovo studio, stavolta condotto da ricercatori del National Jewish Health e dell’Università dell’Iowa, ha scoperto che il latte materno può aiutare il bambino a contrastare le azioni infettive dei batteri e può aiutare i batteri benefici a moltiplicarsi e a prosperare.

Secondo i ricercatori sono gli alti livelli di glicerolo monolaurato (GML), livelli superiori di oltre 200 volte rispetto a quelli presenti nel latte vaccino, a poter permettere vantaggi del genere, come spiega anche Donald Leung, professore di pediatria nonché autore senior dello studio.
Si tratta di quello che potrebbe essere definito come “l’antibiotico perfetto”: è un composto che, diversamente dagli antibiotici, può contrastare fortemente le infezioni batteriche ma senza uccidere anche i batteri benefici, come spiega Patrick Schlievert, un professore di microbiologia e immunologia e primo autore dello studio.

Il GML risulta in tal senso molto selettivo: combatte solo i batteri cattivi e patogeni e allo stesso tempo consente agli altri, di cui il corpo e soprattutto l’intestino ha bisogno, di prosperare.
Inoltre questo stesso composto può ridurre l’infiammazione delle cellule epiteliali che sono alla base del rivestimento dell’intestino e della mucosa. Proprio questa infiammazione può infatti dare campo libero alle infezioni batteriche ma anche a quelle virali.

Per sfruttare queste proprietà questo composto potrebbe essere prodotto in laboratorio e potrebbe essere aggiunto al latte vaccino affinché anche i neonati che non vengono allattati al seno possano goderne.
Lo stesso Schlievert parla di grossi e potenziali vantaggi che un “additivo” del genere potrebbe portare alla salute dei bambini in tutto il mondo anche perché lo stesso GML “artificiale” sarebbe relativamente facile ed economico da produrre.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook