Scoperto gambero australiano che scala cascate di 100 metri per raggiungere fiumi

Australatya hawkei (credito: Satish Choy, Timothy J. Page, Benjamin Mos)

Una nuova specie di gambero è stato descritto dai ricercatori della Southern Cross University, della REST Energy e della Griffith University.
Il nuovo gambero, definito come “insolito” nel comunicato stampa, inizia la vita da maschio per poi cambiare sesso una volta cresciuto.

Una volta diventati femmina, conservano per un certo periodo le uova sotto l’addome fino a quando le stesse uova cominciano a schiudersi. Le piccole larve vengono poi portate fino al mare dall’acqua dolce che scorre tra le montagne.
I giovani, una volta cresciuti, debbono poi ritornare ai corsi d’acqua dolce, sul nelle montagne.

Nel perseguire questo scopo, i giovani gamberi debbono viaggiare per i fiumi affrontando affrontare grandi cascate, un ostacolo che di primo acchito sembrerebbe impossibile da superare per animali così piccoli. Eppure questi gamberi riescono ad arrampicarsi fuori dall’acqua e scalano scogliere alte anche 100 metri di fianco alle cascate, un’impresa sicuramente definibile come straordinaria per un animale marino, come spiega Ben Mos, un biologo marino che ha partecipato allo studio pubblicato su Zootaxa.

Il nuovo gambero, che vive nel nord del Queensland e che è stato denominato dai ricercatori Australatya hawkei, è molto simile ad un altro gambero descritto per la prima volta circa un secolo fa, l’Australatya striolata.
Molto probabilmente la nuova specie non era mai stata classificata fino ad ora proprio per questo motivo in, in quanto molto simile a quest’altra specie. A queste due specie se ne affianca una terza, l’Australatya obscura, recentemente descritta dopo essere stato individuata in Giappone, Taiwan e nelle Filippine.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook