Scoperto terzo pianeta intorno alle due stelle del sistema binario Kepler-47

Rappresentazione artistica dei tre pianeti che orbitano intorno alle due stelle del sistema binario Kepler-47 lontano 3340 anni luce (credito: NASA/JPL Caltech/T. Pyle )

Un terzo pianeta nel sistema Kepler-47 è stato scoperto da un gruppo di ricercatori della San Diego State University tramite le analisi dei dati del telescopio spaziale Keplero della NASA.
Con questa scoperta, il sistema Kepler-47, distante 3340 anni luce, si rivela ora come il più interessante tra i sistemi planetari che orbitano intorno a stelle binarie.

Anche questo terzo pianeta è stato rilevato tramite il metodo del transito e il relativo studio è stato pubblicato sull’Astronomical Journal.
Il pianeta, denominato Kepler-47d, è di tipo gassoso ed è il più grande dei tre pianeti finora individuati intorno alle due stelle.

Una traccia di un terzo pianeta in questo sistema era stata già individuata nel 2012 ma era relativa ad un solo transito: per essere certi dell’esistenza di un pianeta c’è bisogno di più transiti e di più dati, come rileva Jerome Orosz, l’autore principale dello studio: “Con un ulteriore transito, il periodo orbitale del pianeta può essere determinato, e siamo stati quindi in grado di scoprire più transiti che erano nascosti nel disturbo dei dati precedenti.”

Altro autore dello studio è l’astronomo William Welsh che rimarca l’importanza della scoperta: “Sicuramente non ci aspettavamo che fosse il pianeta più grande del sistema, il che è stato quasi scioccante”.
Tutti e tre i pianeti sono caratterizzate da una densità molto bassa, inferiore anche a quella di Saturno, il pianeta nella sistema solare con la densità più bassa.

La temperatura media di Kepler-47d è di circa 10° centigradi. Il pianeta è quello posto in mezzo tra le orbite di Kepler-47b e di Kepler-47c.
Considerando solo l’esistenza di questi tre pianeti, si tratta di un sistema planetario abbastanza compatto che può essere inserito tutto nell’orbita della Terra.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook