Secondo supercomputer più potente del mondo alla base dell’arsenale nucleare americano dall’anno prossimo

Si chiama Sierra ed è il secondo supercomputer più potente del mondo quello che si trova in un’enorme stanza a Livermore, in California. Grazie ai suoi 190.000 corre di elaborazione, questo computer può essere utilizzato da vari ricercatori per realizzare compiti che altrimenti richiederebbero settimane o mesi, come quelli relativi all’astrofisica, alla medicina o alle simulazioni climatiche.

Questo almeno per il momento: dal prossimo anno Sierra verrà disconnesso totalmente da Internet e da qualsiasi altra rete esterna, per impedire qualsiasi successo non autorizzato, e verrà posto alla base del sistema che gestisce l’arsenale nucleare americano, un compito non da poco, dunque.
Si tratterà, soprattutto, di simulare lanci di armi nucleari e detonazioni anche se le informazioni a tal riguardo, naturalmente, non sono conosciute del tutto.

Tuttavia un giornalista di The Verge è riuscito a farsi autorizzare per accedere alla struttura e ha realizzato un video pubblicato poi sul relativo canale ufficiale di YouTube.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi