Sensibilità al sale più alta collegata ad un maggior rischio di pressione alta

Credito: RhinoPic, Pixabay, 6135850

I soggetti più sensibili al sale possono essere connotati da un rischio maggiore di sviluppare pressione alta secondo un comunicato apparso sul sito dell’American Heart Association. [1]
È già noto il fatto che una sensibilità al sale più alta è cosa più comune tra i soggetti che soffrono di ipertensione mai ricercatori, che hanno realizzato un nuovo studio apparso sulla rivista Hypertension,[2] hanno voluto approfondire questo collegamento.

Hanno così raccolto i dati di 1604 persone cinesi adulte sottoposte ad una dieta con un contenuto di sale basso della durata di sette giorni. Dopo questa prima fase, i soggetti dovevano poi portare avanti una dieta della stessa durata ma con un contenuto di sale alto. I ricercatori scoprivano che le persone con sensibilità al sodio più alta avevano il 43% in più di probabilità di sviluppare un’alta pressione sanguigna rispetto a quei soggetti che invece avevano una sensibilità normale allo stesso sodio. [1]

I ricercatori spiegano però di non essere riusciti a trovare dei collegamenti a livello genetico o a livello di altri biomarcatori per quanto riguarda la sensibilità sale e proprio per questo c’è bisogno di ulteriore studio per capire perché queste persone risultano più sensibili al sale. Inoltre lo studio è limitato perché è stato condotto solo su persone cinesi ed è evidente che ulteriori studi simili in futuro dovranno prendere in considerazione gruppi molto più ampi di persone provenienti da più etnie e da più paesi. Il fatto è, spiega Gordon Harold Williams, un ricercatore non coinvolto nello studio, che i fattori e i diversi meccanismi coinvolti nella maggiore o minore sensibilità sale sono così tanti, uniti poi anche ai fattori ambientali, che è difficile individuare una particolare variazione genetica.[2]

Note e approfondimenti

  1. Salt sensitivity may increase risk of high blood pressure | American Heart Association (IA)
  2. Sodium Sensitivity, Sodium Resistance, and Incidence of Hypertension | Hypertension (IA) (DOI: 10.1161/HYPERTENSIONAHA.120.16758)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo