Sensori microscopici per misurare forze generate dalle cellule per modellare collettivamente tessuti e organi

Alcuni ricercatori della McGill University stanno cercando di comprendere le modalità con le quali le cellule del nostro corpo costruiscono i tessuti e gli organi. Si pensa che questi ultimi siano letteralmente modellati attraverso le forze generate dalle cellule, forze che “tirano” e “spingono” andando a scolpire le strutture organiche.

Il team di ricerca, grazie all’utilizzo di particolari sensori sferici a molla, delle dimensioni delle cellule che compongono i tessuti, che si distorcono sotto stress meccanico all’interno dei tessuti tridimensionali coltivati in laboratorio, dichiara di essere ora in grado di osservare e mappare queste particolari forze anche attraverso l’utilizzo di particolari tecniche di immagini e di algoritmi computerizzati.
I ricercatori hanno osservato la formazione spontanea di una sorta di “pelle” artificiale che si formava intorno ad una massa di cellule.

Lo studio, pubblicato su Nature Communications, si concentra dunque sulla “capacità di misurare le forze localizzate all’interno dei tessuti multicellulari”, qualcosa di “vitale per comprendere i processi di sviluppo e che può essere di utilità pratica nello sviluppo di nuove strategie di ingegneria dei tessuti”, come specifica Christopher Moraes, assistente professore nel Dipartimento di Ingegneria Chimica della McGill in uno degli autori dello studio.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo