Sepsi puerperale, ricercatori scoprono diversi geni coinvolti del batterio che la procura

Streptococcus pyogenes

Un team di ricercatori dichiara di aver fattore importante scoperta per quanto riguarda la sepsi puerperale, un’infezione da streptococco del gruppo A (GAS) del tratto genitale femminile. Nello studio, pubblicato sull’American Journal of Pathology , i ricercatori descrivono la scoperta di proteine presenti sulla superficie di questo streptococco che hanno un ruolo nell’infezione. La scoperta potrebbe essere utile per lo sviluppo di vaccini o comunque di trattamenti più efficaci.

Il GAS è un batterio che può produrre effezioni abbastanza diffuso dato che può colpire 700 milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. Spesso colpisce nella gola ma può colonizzare anche il tratto genitale femminile e causare qui infezioni gravi che possono portare a danni nelle donne incinte, nel corso del travaglio o dopo di esso esso. Tra le patologie di cui è responsabile c’è la sepsi puerperale. Ad oggi ancora non è disponibile un vaccino autorizzato.

La realtà è che il mondo medico risulta ancora abbastanza indietro riguardo alla comprensione delle basi molecolari di questa malattia, come ammette James M. Musser presidente del Dipartimento di Patologia e Medicina Genomica dell’Houston Methodist Hospital.
Nel corso della loro ricerca basata su modelli animali, i ricercatori hanno identificato 69 geni del GAS che hanno un ruolo nella colonizzazione della mucosa vaginale e 96 geni collegati all’infezione della parete uterina.

“Tali studi potrebbero dare un contributo importante alla nostra comprensione delle basi molecolari della sepsi puerperale, una malattia che ha una storia insolitamente ricca in medicina a causa degli studi pionieristici del medico e scienziato Ignaz Semmelweis”, riferisce ricercatore.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook