Sonno insufficiente provoca maggiore rabbia nel giorno successivo

La privazione del sonno o un sonno non sufficiente possono essere collegati a stati di rabbia. In sostanza una notte di sonno tranquillo è quello che ci vuole per calmare le acque durante la giornata. È quanto lascia intendere un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Accademia Americana di Medicina del Sonno pubblicato sulla rivista Sleep.
I ricercatori hanno analizzato i dati scritti in diari giornalieri da 202 studenti universitari. I dati erano relativi alla qualità del loro sonno notturno, ad eventuali fattori di stress durante il giorno e agli stati di rabbia. I risultati mostravano un maggior numero di stati di rabbia in quei giorni che seguivano a notti in cui si era dormito di meno o si era dormito male.

Oltre a questi questionari i ricercatori hanno voluto condurre un esperimento che ha coinvolto stavolta 147 persone assegnate, in maniera casuale, ad un programma di sonno regolare oppure ad un programma che prevedeva la limitazione del sonno di circa cinque ore per due notti. I ricercatori poi valutavano gli eventuali stati di rabbia durante il giorno provocati da rumori irritanti.
Anche in questo caso i soggetti appartenenti al gruppo del “sonno regolare” reagivano meglio a questi rumori irritanti e riportavano meno stati di rabbia. Gli individui che erano stati costretti a dormire poco mostravano invece livelli di rabbia più alta in risposta questi rumori irritanti.
Ciò suggerisce che la perdita del sonno determina un abbassamento dell’adattamento emotivo alle circostanze frustranti.

Secondo Zlatan Krizan, ricercatore dottorato in psicologia della personalità e sociale nonché professore di psicologia dell’Università Statale dello Iowa, dichiara che questi risultati mostrano abbastanza chiaramente che la perdita del sonno o la sua restrizione possono aumentare la rabbia e lafrustrazione: “Inoltre, i risultati dello studio del diario quotidiano suggeriscono che tali effetti si traducono nella vita di tutti i giorni, poiché i giovani adulti hanno riferito più rabbia nel pomeriggio dei giorni in cui hanno dormito di meno”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook