Nuovo strumento consente osservazioni dell’occhio con dettagli senza precedenti

Tramite uno studio pubblicato su Optica, un gruppo di ricercatori ha presentato un nuovo sistema ottico che permette l’osservazione dell’intero occhio, sia dalla parte anteriore che da quella posteriore, con dettagli senza precedenti. Il nuovo strumento incorpora una lente in grado di modificare i parametri ottici in risposta a correnti elettriche.

Si tratta di una tecnologia alquanto innovativa che, nel caso fosse realmente integrata negli studi ottici del futuro, potrebbe portare ad esami oculari molto più rapidi e molto più precisi.

Secondo Ireneusz Grulkowski, uno degli autori della ricerca, questo nuovo strumento, oltre che più compatto e molto meno costoso degli strumenti che si utilizzano oggi per esaminare in dettaglio l’occhio, permetterà inoltre un’esperienza molto più confortevole per il paziente.

Per quanto riguarda le analisi in dettaglio che questo strumento può effettuare, tra le altre cose può mostrare in dettaglio il gel vitreo che va ad interagire con la retina. In particolare può risultare utile per capire perché questo elemento tende a staccarsi con l’invecchiamento.

Si tratta, entrando più in dettaglio, di un nuovo sistema di imaging a coerenza ottica (optical coherence tomography, OCT) che, a differenza delle lenti standard come quelle dei tradizionali biometri oculari, può essere regolato elettronicamente tramite corrente elettrica in un sistema personalizzato che rappresenta l’ultimo ritrovato in termini di tecnologia OCT.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi