Studio conferma esistenza di varianti genetiche che predispongono all’obesità

Un nuovo studio, prodotto dal consorzio Genetic Investigation of Anthropometric Traits, una grande collaborazione internazionale di oltre 270 scienziati, mostra l’esistenza di varie varianti del DNA che influenzano in maniera significativa la distribuzione del grasso corporeo.
Si tratta di una conferma riguardante il concetto secondo cui i geni possono predisporre determinate persone all’obesità e in generale possono contribuire alla distribuzione del grasso corporeo.

Secondo Kari E. North, professoressa di epidemiologia all’Università della Carolina del Nord, autrice principale dello studio, pubblicato su Nature Genetics, si tratta del primo studio che esamina “su larga scala il modo in cui le varianti a bassa frequenza e rare influenzano la distribuzione del grasso corporeo. Queste varianti sono più rare nella popolazione, ma gli effetti che hanno sugli individui sono molto più grandi, forse rendendoli più clinicamente rilevanti”.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi