Succhi di frutta durante primi anni di vita fondamentali per gli anni a venire

Un nuovo studio che rimarca l’importanza della frutta come alimento anche durante i primi anni di età è stato pubblicato su BMC Nutrition. Nello specifico i ricercatori si sono concentrati sui succhi di frutta e hanno scoperto che bere succhi di frutta al 100% anche durante i primi anni di vita può essere poi collegato a diete più sane portare avanti nella tarda infanzia.

I ricercatori hanno fatto varie scoperte di interessanti collegamenti. I bambini in età prescolare che assumevano un maggior quantitativo di succo di frutta al 100% (tipicamente una tazza al giorno) mostravano poi di mangiare maggiormente porzioni di frutta intera tra i 14 e i 17 anni.
Inoltre scoprivano che bambini in età prescolare che bevevano più succo di frutta al 100% mostravano poi in misura maggiore, fino a quattro volte di più, di poter soddisfare le raccomandazioni dettate dalle linee guida dietetiche sull’assunzione della frutta negli Stati Uniti durante l’adolescenza.

E ancora, i bambini che consumavano più succo di frutta negli anni prima della frequentazione scolastica mostravano punteggi relativi alla qualità della dieta più alti rispetto agli altri a tutte le età.
Infine scoprivano che il maggior consumo di succo di frutta durante l’infanzia e durante l’adolescenza non era associato a cambiamenti in negativo dell’indice di massa corporea.

Lynn L. Moore, una delle autrici principali dello studio, così riassume questi risultati: “Il consumo di frutta, in particolare il consumo di frutta intera, ha molti benefici per la salute per tutta la durata della vita. Evitare il succo durante questi primi anni di formazione può avere effetti indesiderati sull’evoluzione dei comportamenti alimentari”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook