Sviluppato potenziale farmaco per diabete di tipo 2 che non produce effetti collaterali gravi

Abstract grafico dello studio (credito: DOI: 10.1016/j.celrep.2020.107768, Cell Reports)

Un nuovo studio che mostra che è possibile lo sviluppo di un farmaco per trattare il diabete di tipo 2 senza effetti collaterali apparso sulla rivista Cell.
Il ricercatore Robert P. Doyle della Syracuse University ha infatti sviluppato uno nuovo farmaco che controlla in maniera più efficiente il livello di zucchero nel sangue senza alcuni degli effetti collaterali dei farmaci “tradizionali”, tra cui nausea, vomito e perdita di peso indesiderata.

Il ricercatore, con l’aiuto di colleghi, ha combinato due molecole per creare una nuova sostanza che sembra ridurre il livello glicemico senza questi effetti collaterali.

Ha effettuato l’accoppiamento tramite una nuova tecnica chimica di corrinazione. Il composto risultante, denominato Cbi-Ex4, sperimentato sul toporagno muschiato (Suncus murinus), un roditore scelto proprio per la sua capacità di vomitare, mostrava di procurare netti miglioramenti dei livelli di zucchero nel sangue ed una profonda riduzione del vomito rispetto, per esempio, all’Ex4, un agonista GLP-1R approvato dalla FDA.

Inoltre non veniva osservata alcuna perdita di peso, caratteristiche che rendono questo nuovo composto un candidato a farmaco finale ideale per pazienti che hanno bisogno di glucoregolazione senza influenzare il proprio indice di massa corporea.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook