Tavoli di vetro non temperato molto pericolosi secondo studio

Credito: Karolina Grabowska, Kaboompics, 7532

Il vetro che compone un tavolo o parti di esso può causare delle lesioni mortali e in generale essere molto pericoloso secondo uno studio apparso sull’American Journal of Surgery. Esaminando 3241 casi presenti in un database statunitense ed altri 24 casi di un centro traumatologico, i ricercatori scoprivano che gran parte delle lesioni colpivano i bambini con un’età inferiore ai sette anni e giovani adulti di 20 anni.
Scoprivano inoltre che le lesioni causate dal vetro dei tavoli erano molto comuni: più di 2,5 milioni di segnalazioni all’anno, la maggior parte delle quali trattate nei reparti di emergenza.

Una delle cause potrebbe essere spiegata nel fatto che il vetro temperato, una tipologia di vetro pensata per non creare danni o comunque abbassare il rischio di lesioni quando va in frantumi, non risulta obbligatorio negli Stati Uniti per le superfici orizzontali e dunque anche per i piani dei tavoli. Risulta invece obbligatorio per le superfici verticali, come quelle di porte, finestre o vetrine.
Questo significa che gli stessi piani di tavoli hanno probabilità molto più alte di rompersi e formare frammenti con spigoli vivi i quali possono causare lacerazioni nella carne più o meno gravi.

Le aree più colpite risultavano il polso, la mano e il dito e il 15% delle lesioni procurate da tavoli con piani di vetro potevano essere classificate come gravi (ad esempio lacerazioni del polso inferiore).
Considerando solo i 24 casi del centro traumatologico, la metà di essi aveva subito lesioni agli organi profondi, alla parte superiore del tronco, all’addome e alle cavità articolari ed era stata sottoposta ad intervento chirurgico. L’8% dei soggetti moriva entro un mese.
La maggior parte degli infortuni, tra quelli analizzati dai ricercatori, si verificava quando le persone cadevano su tavoli di vetro difettati sfondandoli oppure quando il vetro dello stesso tavolo si rompeva per un qualche motivo.

“È imperativo sollecitare una regolamentazione più rigorosa in quanto i consumatori di tavoli in vetro non dovrebbero subire lesioni traumatiche potenzialmente letali a causa della negligenza dei produttori nel non utilizzare il vetro temperato”, spiega Stephanie Bonne, assistente professoressa di chirurgia della Scuola di Medicina della Rutgers, l’autrice municipale dello studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook