Telescopio spaziale Spektr-RG portato in orbita da razzo russo

Il nuovo telescopio spaziale nato da una collaborazione tra l’agenzia spaziale russa e quella tedesca e denominato Spektr-RG è stato lanciato senza problemi da un razzo russo Proton-M, secondo quanto riferisce un comunicato della stessa Roscosmos.

Al momento il telescopio è stato portato in un’orbita di “parcheggio” prima della spinta finale che lo porterà al punto di Lagrange L2.
Si tratta di una specifica posizione in cui un oggetto può mantenere la sua posizione orbitale simile sia rispetto al Sole rispetto alla Terra. Questo punto si trova a 1,5 milioni di chilometri di distanza dalla Terra e si rivela molto adatto per i telescopi spaziali.

Il viaggio dovrebbe durare tre mesi e, se tutto andrà bene, si tratterà del primo veicolo spaziale russo che supererà l’orbita terrestre dai tempi dell’era sovietica.
Il telescopio Spektr-RG permetterà un’indagine più efficiente grazie al fatto che lavora ai raggi X.

Si tratta di un progetto che risaliva addirittura all’inizio degli anni 80 ma che poi fu messo in pausa per essere riportato a “in vita” nel 2005 quando il telescopio venne ridisegnato e l’intero progetto diventò più economico e semplice.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook