Telescopio Webb: per il lancio non se ne farà nulla almeno fino al 2020

Rappresentazione artistica del telescopio spaziale James Webb (credito: Northrop Grumman/NASA)

Ancora un ritardo per quanto riguarda il lancio del telescopio spaziale James Webb da parte della NASA. Abbiamo già parlato in un articolo di qualche giorno delle difficoltà riguardo ad alcuni aspetti tecnici relativi al montaggio di alcuni particolari pezzi del telescopio e ieri è arrivata la conferma: il telescopio non sarà lanciato almeno fino al 2020.
Diversamente dalle altre volte, in questo caso La NASA si è guardata bene dalla fornire una nuova Stima per quanto riguarda la data di lancio dichiarando Solo che fino al 2020 non se ne farà nulla.

Il problema è relativo al fatto che ci vuole più tempo per assemblare e testare il telescopio, come conferma anche Thomas Zurbuchen, amministratore della NASA: “In poche parole, abbiamo una possibilità per farlo correttamente prima di andare nello spazio”, una frase che lascia intendere come tecnici e responsabili vogliano fare le cose per bene prima di rendere il tutto irreparabile, ossia quando il razzo con il telescopio a bordo sarà ormai lanciato.
Qualcosa che invece avvenne con il telescopio Hubble per il quale, subito dopo poco il lancio, si dovette affrontare una pericolosa missione con equipaggio per effettuare una riparazione nello spazio.

Lo stesso Zurbuchen ha ammesso che alcuni errori sono stati fatti durante il montaggio e che sono state sottovalutate le dimensioni e le problematicità di questa fase.
Il telescopio spaziale James Webb è considerato l’erede del telescopio spaziale Hubble e come quest’ultimo è realizzato grazie anche al finanziamento dell’Agenzia Spaziale Europea. A causa di questi ritardi, nuove stime dei costi dovranno essere fornite dai funzionari, una notizia che di certo non farà piacere al governo di Trump.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi