Tesla chiede permesso di usare nuovo radar ad onde ultracorte che rileva bambini nelle auto

Un dispositivo per rilevare i bambini lasciati soli nelle auto è stato sviluppato dalla Tesla che ha richiesto alla Federal Communication Commission americana l’approvazione affinché il sistema possa essere installato sulle proprie vetture.
Si tratta infatti di un sistema che rileva il movimento tramite un radar a corto raggio all’interno dell’automobile quando è ferma, una cosa utile soprattutto per comprendere se ci sono persone (o anche animali) all’interno dell’abitacolo.

Le norme esistenti, infatti, prevedono l’utilizzo di sensori del genere ma con sensori ad onde millimetriche ad una certa potenza. Il sistema sviluppato dalla Tesla, invece, utilizza dei sensori con un sistema ad onde millimetriche più potente ancora non consentito.
Il dispositivo, come rileva la Reuters, sarebbe composto da quattro antenne per la trasmissione e da tre per la ricezione, collegata ad un’unità radar.
Un sistema radar ad onde millimetriche presenterebbe, secondo la stessa Tesla, vantaggi notevoli rispetto ad altri metodi simili per capire la presenza di persone, indicativamente dei bambini, all’interno del veicolo fermo.

Questi sistemi più “classici” sono quelli basati sulle telecamere o sensori posti sul sedile. Il sistema basato sui radar può, tra le altre cose, attraversare anche i materiali e quindi può rilevare la presenza di un corpo umano anche se quest’ultimo si trova sotto una coperta, per esempio.
Lo stesso sistema può distinguere tra un oggetto lasciato sul sedile e un essere umano in base alla possibilità di poter rilevare anche più piccoli micromovimenti causati, per esempio, dalla respirazione o dalla frequenza cardiaca. Cose che i normali sensori sui sedili oppure le telecamere non possono rilevare.
Inoltre lo stesso sistema fornirebbe anche più precisi promemoria per l’allacciamento delle cinture di sicurezza.
Secondo lo stesso comunicato della Reuters, il numero dei bambini morti perché lasciati in auto sotto il sole sono più di 50 sia nel 2019 che nel 2018 solo negli Stati Uniti.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook