Tessuto adiposo sottocutaneo, scoperto ruolo dell’aldoso reduttasi nelle cellule

Credito: kurhan, Shutterstock, ID: 119504830

Un team di ricercatori descrive come le diete troppo ricche di grassi modificano il comportamento degli adipociti (le cellule del grasso) nel tessuto adiposo sottocutaneo. In particolare i ricercatori descrivono l’azione dell’aldoso reduttasi (o aldeide reduttasi) un enzima che catalizza la riduzione di vari aldeidi e carbonili, tra cui i monosaccaridi.

Coadiuvanti terapeutici nel trattamento di pazienti con obesità

I risultati del nuovo studio suggeriscono che “l’espressione del gene dell’aldoso reduttasi aumenta nella scAT (tessuto adiposo sottocutaneo, n.d.r.) di uomini e topi obesi e che un inibitore dell’aldoso reduttasi attenua l’aumento di peso, riduce la senescenza degli adipociti e promuove la lipolisi nei topi alimentati con HFD; questi dati aprono la strada alla sperimentazione di questi inibitori come coadiuvanti terapeutici nel trattamento di pazienti con obesità”, spiega Ravichandran Ramasamy, l’autore corrispondente dello studio nonché ricercatore della Grossman School of Medicine della New York University (NYU).[1]

Esperimenti sui topi

I ricercatori hanno svolto esperimenti sui topi maschi con accesso libero all’acqua e al cibo. Tutti gli animali venivano sottoposti a dei cicli di luce e di buio di 12 ore. Alcuni dei topi venivano alimentati con dieta ricca di grassi (con il 60% delle calorie derivanti dal grasso) oppure con una dieta standard (con il 13% delle calorie derivanti dai grassi) e l’esperimento durava 12 settimane.

Scoperte

I ricercatori scoprivano che l’alimentazione ricca di grassi provocava un aumento netto dell’attività degli adipociti nel tessuto adiposo sottocutaneo dell’aldoso reduttasi rispetto alla dieta standard. Dopo un digiuno di quattro ore, i topi alimentati con dieta standard mostravano livelli nel plasma di acido grasso libero non esterificato (NEFA) più elevati rispetto ai topi alimentati con dieta ricca di grassi. Queste analisi mostravano una riduzione, di circa la metà, della lipolisi dei cuscinetti nel tessuto adiposo sottocutaneo nei topi alimentati con dieta ricca di grassi rispetto ai topi alimentati con dieta standard.

Scoperta importante

“Questa è una scoperta importante e i dati sono convincenti. Oggi non abbiamo buoni farmaci che prendono di mira il tessuto adiposo disfunzionale. Sono molto eccitato da questo lavoro; questi risultati dovrebbero costringere gli scienziati a trovare farmaci che hanno un impatto su questo nuovo percorso e potrebbero essere usati per trattare sia l’obesità che il diabete”, spiega Steven R. Smith, direttore scientifico di AdventHealth, non collegato comunque alla ricerca, che interviene nel comunicato della Obesity Society che ha annunciato lo studio.[1]

Note e approfondimenti

  1. Aldose reductase promotes diet-induced obesit | EurekAlert!
  2. Aldose reductase – Wikipedia in inglese

Disclaimer

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo