Ti senti lunatico al mattino? C’entra il tuo orologio biologico

I ricercatori dell’Università del Michigan e della Dartmouth Health hanno fatto luce sul motivo per cui alcuni di noi iniziano la giornata sentendosi tutt’altro che stellari. Studiando oltre 2.500 stagisti medici utilizzando i dati Fitbit per due anni, hanno scoperto che l’umore scende al minimo intorno alle 5 del mattino e raggiunge il suo picco entro le 17. Lo studio evidenzia come la mancanza di sonno amplifica questi sbalzi d’umore, abbassando i minimi e gli alti non abbastanza alti.

La scienza dietro i nostri sbalzi d’umore quotidiani

La ricerca, pubblicata sulla rivista PLOS Digital Health, approfondisce le naturali fluttuazioni dell’umore vissute da questi stagisti, sottolineando il ruolo dei nostri orologi interni. Nonostante la privazione del sonno sia un fattore significativo per l’umore, lo studio rivela che il nostro umore ha alti e bassi naturali, toccando il fondo la mattina presto e migliorando gradualmente la sera. Questo ritmo è strettamente legato all’orologio circadiano del nostro corpo, che regola non solo il sonno ma anche l’umore.

Fitbits: una nuova finestra sulla salute mentale

Questo studio fa parte del più ampio Intern Health Study ed è uno dei primi a utilizzare dati del mondo reale su scala così ampia per indagare sui cambiamenti dell’umore. Correlando l’umore con il ritmo circadiano e la privazione del sonno, i risultati offrono nuove informazioni su come i nostri orologi interni influenzano il nostro benessere emotivo. L’uso della tecnologia indossabile, come Fitbits, apre interessanti possibilità per il monitoraggio e la gestione della salute mentale, offrendo un modo meno invasivo per monitorare i modelli di umore e i ritmi circadiani.

Implicazioni per la cura della salute mentale

Le implicazioni di questi risultati sono vaste, suggerendo che semplici aggiustamenti al nostro sonno e ai ritmi circadiani potrebbero aiutare a migliorare l’umore e la salute mentale generale. Sebbene lo studio si sia concentrato su un gruppo specifico e riconosca che le variazioni dell’umore individuali sono complesse, pone le basi per l’utilizzo della tecnologia indossabile in contesti clinici. Mentre continuiamo a svelare l’intricata relazione tra l’orologio del nostro corpo e l’umore, ci avviciniamo sempre di più a un’assistenza sanitaria mentale più personalizzata e proattiva.

Note e approfondimenti

  1. Unraveling the interplay of circadian rhythm and sleep deprivation on mood: A Real-World Study on first-year physicians| PLOS Digital Health (DOI: 10.1371/journal.pdig.0000439)
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo