Topi nati da padri sottoposti a regime di esercizio mostrano migliori funzioni cerebrali

Una ricerca realizzata da scienziati spagnoli mostra che i ratti nati da padri sottoposti a regime di esercizio fisico prima dell’accoppiamento vantano migliori funzioni cerebrali.
Nella ricerca, pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences, viene spiegato come ricercatori abbiano pensato, con questo studio, di poter comprendere meglio l’impatto sulla prole delle scelte di vita fatte dai genitori, nello specifico quelle relative a caratteristiche positive dei padri.

L’esperimento si è svolto, parallelamente ad un gruppo di controllo, su un gruppo di topi maschi i quali sono stati sottoposti ad un regime di regolare esercizio fisico durato sei settimane. Alla fine delle sei settimane a entrambi i gruppi è stato dato l’accesso ai topi femmina per l’accoppiamento.
Già durante questa fase i topi che avevano svolto regolare esercizio fisico mostravano un aumento di cellule cerebrali in alcune parti del cervello e una maggiore evidenza di neurogenesi.

Tuttavia ricercatori hanno analizzato, eseguendo dei test di memoria, anche i figli nati sia dai topi del gruppo di controllo che da quelli che avevano svolto regolare esercizio fisico.
Anche i figli di quest’ultimo gruppo mostravano, rispetto ai figli dei topi del gruppo di controllo, migliori risultati nei test di memoria e un aumento dei neuroni.

Secondo i ricercatori, tali cambiamenti positivi sarebbero stati determinati dal microRNA grazie al quale sarebbe stato trasmesso, anche in una prole effettivamente sedentaria e non sottoposta a regime di esercizio fisico, i benefici dell’attività fisica dei padri.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook