Torbiere settentrionali sempre più importanti come “magazzini” di carbonio

Le torbiere presenti nelle zone settentrionali del pianeta svolgono un ruolo importante nella regolazione del clima in quanto fungono da “pozzi di carbonio”. Questi particolari habitat, infatti, sono caratterizzati da particolari condizioni di ristagno dell’acqua, condizioni che diminuiscono i tassi di decomposizione delle piante.
Questo significa che gli strati di materiali vegetali morti cominciano ad accumularsi per anni diventando torba e conservando carbonio che altrimenti andrebbe a finire nell’atmosfera.

Un team di ricercatori, tramite nuovi strumenti di modellazione, ha analizzato il ruolo di questi particolari habitat. I risultati, poi pubblicati su Global Change Biology, confermano l’importanza delle torbiere settentrionali e il loro ruolo di “magazzini” di carbonio almeno fino alla fine di questo secolo, anche in quegli scenari in cui il riscaldamento globale risulterà grave.
Tuttavia, la capacità di assorbimento delle torbiere comincerà a ridursi dopo il 2050 negli scenari gravi di riscaldamento globale a causa di un processo noto come mineralizzazione del suolo.

“Con questo studio il nostro obiettivo è quello di evidenziare l’importanza delle torbiere nel ciclo globale del carbonio. Abbiamo adottato uno strumento avanzato di modellizzazione delle torbiere per affrontare le questioni relative all’equilibrio del carbonio delle torbiere nelle condizioni climatiche passate e future. Ora, il nostro piano è di prendere inoltrare la nostra attuale ricerca sul ruolo delle torbiere nella regolazione del clima regionale abbinando il nostro modello di torba all’avanguardia con modelli climatici globali e regionali al fine di quantificare i feedback mediati dalle torbiere”, spiega Nitin Chaudhary, ricercatore dell’Università di Oslo e autore principale dello studio.
Questa ricerca mostra quanto le torbiere risultino importanti per l’ambiente e quanto spesso le ricerche precedenti non abbiano mai ben definito o sottolineato l’importanza di questi habitat naturali ai fini dell’aumento o del rallentamento del riscaldamento globale in corso.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook