Troppi annunci politici in tv aumentano l’ansia secondo studio

Credito: mynetiz, Pixabay, 6091553

Il “bombardamento” degli annunci, delle interviste e dei talkshow politici in tv, che aumentano esponenzialmente soprattutto prima delle elezioni, possono essere causa di aumento dell’ansia secondo un interessante studio pubblicato su Social Science & Medicine.[2]
Il ricercatore Jeff Niederdeppe, professore presso il College of Agriculture and Life Sciences della Cornell University, nel corso dei propri studi ha scoperto che essere esposti agli annunci politici in TV può essere collegato a probabilità più grandi di incorrere in una diagnosi di ansia.

Il ricercatore ha usato due grandi set di dati statunitensi relativi agli annunci di varie campagne politiche televisive avvenute tra il 1° gennaio 2015 e il giorno delle elezioni presidenziali statunitensi del 2016. Questi dati contenevano anche informazioni relative alla visione dei programmi televisivi e al comportamento degli spettatori nonché a eventuali loro disturbi di salute e visite dai medici. Alcune delle informazioni venivano reperite tramite sondaggi effettuati nei confronti degli stessi partecipanti.

Il ricercatore, con l’aiuto di Rosemary Avery, professoressa di analisi e gestione delle politiche presso il College of Human Ecology, e Jiawei Liu, ricercatrice post-dottorato presso il Dipartimento di Comunicazione, ha scoperto che esiste un collegamento tra il volume di esposizione agli annunci politici televisivi e le diagnosi di ansia, cosa che suggerisce che le stesse elezioni contribuiscono, di fatto, ad un aumento in percentuale dei problemi di salute mentale della popolazione.

Secondo i ricercatori gli annunci politici stanno diventando sempre più negativi in quanto le persone tendono a prestare più attenzione, e dunque a ricordare maggiormente le parole e le frasi, verso quegli annunci che contengono o che descrivono fattori negativi piuttosto che messaggi positivi.
Ad esempio un’intervista ad un politico che contiene la descrizione di fatti molto negativi che stanno avvenendo, fatti che la sua parte politica potrebbe risolvere se fosse votata e se andasse al governo, ha molto più effetto sul telespettatore di un’intervista in cui vengono descritti fattori positivi, ad esempio risultati positivi raggiunti.

“Se sai che questi annunci politici aumenteranno potenzialmente il numero di persone che necessitano di cure per l’ansia, ad esempio, puoi prepararti come una sorta di infrastruttura di sanità pubblica offrendo o ampliando le cure o avendo piani di trattamento pronti per come potresti affrontare questa particolare forma di ansia”, spiega il ricercatore nel comunicato apparso sul sito della stessa Cornell.[1]

Note e approfondimenti

  1. Study: More exposure to political TV ads heightens anxiety | Cornell Chronicle (IA)
  2. Exposure to televised political campaign advertisements aired in the United States 2015–2016 election cycle and psychological distress – ScienceDirect (IA) (DOI: 10.1016/j.socscimed.2021.113898)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo