Troppo alcol durante adolescenza irrigidisce arterie secondo studio

Bere bevande alcoliche fa male alla salute e un nuovo studio lo dimostra ancora una volta. I ricercatori questa volta, come riferisce un comunicato della Società Europea di Cardiologia, si sono interessati in particolare all’abuso di alcol dei giovani adulti. I risultati che ricercatori hanno condotto mostrano che bere troppo nel corso dell’adolescenza e fino alla prima età adulta può essere collegato ad un maggior irrigidimento delle arterie, una caratteristica che è tipica delle malattie cardiovascolari.

Secondo quanto spiega Hugo Walford, studente di medicina dell’University College di Londra, l’autore principale della ricerca, maggiore è la quantità di alcol assunta, maggiore è il livello di rigidità delle arterie. Secondo il ricercatore il collegamento non si spiega con altri fattori relativi alle malattie cardiache ma con il comportamento relativo al bere l’alcol durante questo periodo della vita, una cosa che, secondo Walford, procura effetti diretti sulla salute vascolare.
Le arterie tendono a diventare sempre più rigide e sempre meno elastiche con l’avanzare dell’età e questa è una caratteristica naturale. Vene più rigide possono essere associate, a loro volta, a malattie cardiache e a ictus. Tuttavia ci sono anche alcuni comportamenti che possono accelerare l’irrigidimento e tra questi ci sono il fumo del tabacco e l’assunzione di alcol.
Quello dell’adolescenza fino alla prima età adulta è un periodo della vita critico e quindi assumere troppo alcol può avere effetti più che negativi, come questo studio dimostra.

Lo studio si è basato sui dati di 1655 soggetti con un’età tra i 17 e i 24 anni. I ricercatori hanno preso in considerazione non solo l’assunzione di alcol ma anche il vizio del fumo. La rigidità delle arterie veniva invece valutata tramite una tecnica invasiva denominata velocità dell’onda del polso carotideo-femorale. Questa analisi è considerata un predittore abbastanza efficiente di future malattie cardiovascolari.
I ricercatori hanno aggiustato i risultati secondo vari fattori, tra cui sesso, età, status socioeconomico, ed altri. All’aumento del consumo di alcol da parte dei giovani, aumentava il livello di rigidità delle loro arterie. Non veniva invece notato lo stesso aumento graduale per i soggetti con un punteggio medio del fumo.

I fumatori ad alta intensità, invece, vedevano un aumento della rigidità arteriosa, cosa che accadeva soprattutto nelle donne. “I risultati suggeriscono che il danno arterioso si verifica nei giovani bevitori e nelle giovani donne che fumano molto. Ma i fumatori e gli ex fumatori hanno avuto alterazioni simili nella rigidità arteriosa, il che indica che smettere può ripristinare la salute vascolare durante la giovane età”, spiega lo stesso Walford.

Note e approfondimenti

  1. Alcohol use in young adults is associated with early ageing of blood vessels (IA)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo