Trovata rara lampada ad olio a forma di faccia dell’epoca romana a Gerusalemme

L'antica lampada ad olio scoperta dai ricercatori (credito: Koby Harati, City of David)

Una lampada ad olio di bronzo con la forma di una faccia dotato di lungo mento è stata scoperta nel Parco Nazionale della città di David, nei pressi di Gerusalemme.
Secondo le autorità che hanno condotto gli scavi, questa lampada, trovata nei pressi delle fondamenta di un edificio sulla strada del pellegrinaggio, potrebbe essere stata sepolta appositamente, forse come un “offerta”.

Questa lampada potrebbe essere stata seppellita per proteggere la piscina di Siloam, una delle fonti principali d’acqua di Gerusalemme. L’atto dovrebbe essere avvenuto durante il periodo di dominazione romana, dunque dalla fine del I secolo d.C. all’inizio del II secolo d.C..
In questo periodo e in quest’area erano infatti abbastanza diffusi comportamenti del genere: si usava seppellire degli oggetti sotto i pavimenti o le fondamenta degli edifici o delle strutture architettoniche per agurare alle stesse una lunga futura esistenza.

La decorazione scolpita nella lampada, una sorta di maschera teatrale, è un motivo artistico che è tipico dell’arte romana.
Si tratta in ogni caso di una lampada d’olio che non ha la forma tipica di questi oggetti: questa sembra essere divisa a metà perpendicolarmente alla faccia e i ricercatori credono che possa essere più che altro un oggetto che era attaccato ad un altro oggetto piatto. Probabilmente si tratta di una lampada da parete. Potrebbe inoltre essere un oggetto che si usava nei rituali cerimoniali.

Note e approfondimenti

  1. Rare ancient bronze oil lamp for luck unearthed in Jerusalem – ISRAEL21c (IA)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo