Trovate ossa di mammut risalenti a 37.000 anni fa nel Nuovo Messico, forse mangiati da primi gruppi umani

Alcune delle ossa di mammut trovate dai ricercatori (credito: Timothy Rowe / The University of Texas at Austin)

Diverse ossa di mammut risalenti a più di 37.000 anni fa scoperte in un’area del Nuovo Messico potrebbero essere la prima prova di gruppi umani che si sono stanziati in Nordamerica come riferisce un comunicato dell’Università del Texas ad Austin. Si tratta di un ritrovamento “sorprendente”, come lo definisce un paleontologo della stessa Università, Timothy Rowe, che ha realizzato anche un nuovo studio.

Resti di due mammut, un esemplare giovane e una femmina adulta

Il periodo preciso che ha visto i primi esseri umani stanziarsi in Nordamerica è stato oggetto di discussioni per decenni. Il nuovo sito, individuato in un’area dell’altopiano del Colorado, nell’area settentrionale del Nuovo Messico, potrebbe in questo senso essere d’aiuto. La scoperta è stata fatta quando l’escursionista Gary Hartley ha individuato nel terreno un pezzo di zanna. Gli scavi successivi hanno poi fatto scoprire resti di due mammut, un esemplare giovane e una femmina adulta.

Ossa risalgono ad un periodo compreso tra 36.250 e 38.900 anni fa

La datazione è stata fatta analizzando il collagene delle ossa al radiocarbonio. Con questa tecnica i ricercatori hanno stimato che le ossa risalgono ad un periodo compreso tra 36.250 e 38.900 anni fa.

Ricercatori hanno trovato anche prove di incendi

Quello che ha sorpreso i ricercatori è che diverse ossa sembrano essere raggruppate in un grosso mucchio con il cranio della femmina adulta posto proprio sopra la sommità. Inoltre diverse ossa sembrano essere state lavorate per essere usate come arnesi da taglio mentre altre ossa sembrano essere state colpite da corpi contundenti. I ricercatori hanno trovato anche prove di incendi, probabilmente usati per cuocere la carne di mammut.

Costole mostrano piccoli buchi

Alcune delle ossa, in particolare quelle delle costole, mostrano dei piccoli buchi, probabilmente fatti dagli esseri umani onde estrarre il midollo grasso dall’osso. Nel luogo della sepoltura sono stati trovati anche diversi massi e rocce che forse queste persone devono aver usato per rompere le ossa, anche se questo è oggetto di dibattito così come è oggetto di dibattito la stessa interazione tra esseri umani e queste ossa. Sono state trovate anche tracce di altri animali più piccoli e quelle che sembrano essere delle squame di pesce, segno del fatto che questi gruppi hanno consumato anche cibo di altra natura oltre che la carne dei mammut.

Pre-Clovis

Si pensa che i primi gruppi di esseri umani stanziati si stabilmente in Nordamerica siano stati i “pre-Clovis”, gruppi di individui che hanno preceduto il più noto popolo Clovis. Questi gruppi probabilmente sono arrivati in Nordamerica durante la fine dell’ultimo massimo glaciale, l’ultimo periodo durante il quale la calotta glaciale ha permesso alle persone di attraversare lo stretto di Bering. Alcune ricerche effettuate negli ultimi anni, però, hanno suggerito che questi gruppi “pre-Clovis” siano arrivati in Nordamerica per la prima volta ancora prima del periodo finale dell’ultimo massimo glaciale.

Video

Note e approfondimenti

  1. New Mexico Mammoths Among Best Evidence for Early Humans in North America – UT News
  2. Frontiers | Human Occupation of the North American Colorado Plateau ∼37,000 Years Ago (DOI:/10.3389/fevo.2022.903795)
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo