Trovati nuovi reperti e una “area industriale” nella Valle dei Re in Egitto

Uno dei reperti ritrovati nel corso degli ultimi scavi (credito: Ministry of Antiquities, Egitto)

Nuove importanti scoperte archeologiche sono state effettuate nella zona della Valle dei Re, odierna Luxor, in Egitto, un’area che non smette di fornire reperti, uno più prezioso dell’altro.
I ricercatori hanno scoperto una sorta di “area industriale” che, pensano, un tempo era utilizzata per produrre oggetti di ogni tipo, da quelli decorativi ai mobili, e soprattutto strumenti e oggetti per le pratiche funerarie e le tombe.

Secondo quanto dichiarato dal ministero delle antichità egiziano, il ritrovamento ha visto affiorare almeno 30 officine nonché un forno per la cottura della ceramica in quello che può essere considerato come un sito tentacolare.
È la prima volta che vengono alla luce laboratori per la realizzazione di ornamenti funerari su “scala industriale”. Naturalmente queste scoperte forniranno numerose e preziose informazioni sulla vita degli operai coinvolti in queste enormi opere e sulle pratiche funerarie egiziane.
Tutti questi manufatti dovrebbero risalire alla 18ª dinastia egizia (1539-1292 a.C.).

Secondo quanto dichiara il noto egittologo Zahi Hawass, che sta operando dal 2017 nella Valle delle Scimmie, un’area interna alla Valle dei Re, nel sito sono stati scoperti anche un serbatoio di stoccaggio dell’acqua, usato evidentemente perlopiù dagli operai per bere nel corso dei lunghi lavori, un anello e centinaia di perle intarsiate e oggetti d’oro, perlopiù utilizzati per decorare le bare dei re, oggetti che naturalmente hanno un valore immenso.
Infine il team di Hawass ha scoperto anche un’altra tomba reale, etichettata come KV 65, al cui interno sono stati a loro volta ritrovati vari strumenti per costruire tombe.

Secondo l’egittologo gli scavi attualmente in corso sono i più grandi e i più redditizi, in termini di ritrovamenti, da quelli effettuati da Howard Carter (1874-1939) altro famoso archeologo ed egittologo britannico che ha scoperto la tomba di Tutankhamon.
Attualmente la spedizione si trova nei pressi dell’area dove ci sono le tombe di Ramses VII, Hatshepsut, Ramses III e Ramses II. Altri oggetti sono stati ritrovati anche nei pressi della tomba di Tutankhamon.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook