Tumore al seno, scoperta citochina che fa da “messaggera” tra vari tipi di cellule e quelle tumorali

Credito: anyaivanova, Shutterstock, ID: 225684550

Una scoperta che sembra di rilievo riguardo alla progressione e alla metastasi del cancro al seno è stata fatta da un team di ricercatori guidato da Maria Caffarel, scienziata all’Ikerbasque, e da Miguel Servet, ricercatore del Biodonostia Health Research Institute.
Come spiega il comunicato dell’Ikerbasque, i ricercatori hanno scoperto che l’oncostatina M (OSM), una citochina proinfiammatoria, sembra favorire queste caratteristiche del cancro facendo da “messaggero” tra vari tipi di cellule, comprese quelle tumorali.[1]

Come spiega il comunicato, le cellule che compongono i tumori non sono solo quelle tumorali. Ci sono anche diversi altri tipi di cellule, come quelle immunitarie e quelle endoteliali, che di solito sono “cellule di supporto”. Tuttavia anche queste cellule formano quello che viene denominato come il “microambiente tumorale”. Ed è proprio quest’ultimo che, di solito, fa progredire il tumore.
Quindi comprendere come comunicano questi diversi gruppi di cellule è importante per capire come contrastare la progressione del tumore stesso.[1]

I ricercatori hanno scoperto che l’OSM fa da “messaggero” tra diversi tipi di cellule in questo microambiente facendo sì che le cellule non tumorali comunichino con quelle tumorali.
Caffarel spiega che l’OSM, in particolare, fa da collegamento tra le cellule tumorali, quelle immunitarie e i fibroblasti associati al cancro. Questo sembra favorire la progressione la metastasi del tumore al seno.[1]

Nel corso dei loro esperimenti sui topi i ricercatori hanno bloccato il percorso e il recettore dell’OSM osservando che i tumori al seno diventavano meno aggressivi. Scoprivano anche che i topi con metastasi ai polmoni vedevano i tumori ridursi in maniera significativa, come spiega Angela Araujo, la prima autrice dello studio. Proprio la Araujo aggiunge: “Quando abbiamo bloccato questo percorso solo nel microambiente tumorale, e non nelle cellule tumorali, abbiamo visto lo stesso effetto, a conferma che il microambiente era molto importante nell’effetto pro-tumorale dell’OSM”.[1]

Note e approfondimenti

  1. Discovered a mechanism that explains how the different cells of breast tumors communicate with each other | Ikerbasque Basque Foundation for Science
  2. JCI – Stromal Oncostatin M cytokine promotes breast cancer progression by reprogramming the tumour microenvironment (DOI: 10.1172/JCI148667)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo