Tutte le comete nate in un solo luogo del giovane sistema solare secondo studio

Una nuova ricerca, pubblicata su Astronomy & Astrophysics, corrobora la teoria secondo cui tutte le comete presenti nel sistema solare si sarebbero formate in un solo luogo.

Lo studio, realizzato dall’astronomo Christian Eistrup, si è basato sull’analisi chimica di 14 comete ed ha individuato quello che nel comunicato stampa viene definito come uno “schema chiaro”.
Il ricercatore, aiutato dalla ricercatrice Ewine van Dishoeck, ha cercato di capire se ci fosse un momento speciale oppure un posto speciale nel giovane sistema solare in cui i modelli chimici che aveva sviluppato potessero combaciare con i dati sulle comete.

Ciò è successo, come riferisce il ricercatore: “C’era un singolo modello che si adattava meglio a ciascuna cometa, indicando così che condividevano la loro origine”.
I risultati, dunque, indicherebbero che in un qualche luogo intorno al giovane Sole, quando quest’ultimo ancora circondato dal disco di materia e gas che ha permesso la formazione dei pianeti, c’erano temperature di circa -250 °C, una temperatura alla quale quasi tutte le molecole che si conoscono diventano ghiaccio.

Secondo il ricercatore, è stato proprio in questo luogo che sono formate tutte le comete del sistema solare in un arco di tempo compreso tra 100.000 e un milione di anni.
Una volta che le comete si sono formate, altrettanto lentamente le loro orbite sono poi state disturbate, probabilmente in massima parte da Giove, e sono finite in luoghi e orbite anche molto diverse e distanti tra loro.

Tra l’altro questa ricerca potrebbe rivelarsi importante anche nel contesto della teoria della vita portata sulla Terra dalle comete.
Se la cometa con la chimica giusta colpisce il pianeta giusto al momento giusto, questo fenomeno potrebbe portare alla produzione di molecole organiche, incluse quelle che hanno innescato la vita sulla Terra.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook