Un esopianeta subnettuniano ed una superterra rovente scoperti intorno a due nane rosse

Due nuovi esopianeti caldi orbitanti intorno a stelle nane di tipo M sono stati individuati dai ricercatori grazie ai dati di TESS, telescopio spaziale della NASA. Denominati TOI 122b e TOI 237b, i due pianeti risultano 2,7 e 1,4 volte più grandi della Terra, rispettivamente.

La scoperta, effettuata da un team guidato da William C. Waalkes dell’Università del Colorado Boulder, conferma dunque l’esistenza di questi due pianeti individuati tra luglio e settembre del 2018 da TESS che aveva rilevato la loro presenza tramite il metodo del transito.

Pianeta TOI 122b

TOI 122b è un pianeta subnettuniano con un raggio di 2,7 raggi terrestri ed è 8,8 volte più massiccio del nostro pianeta. Il suo anno dura 5,08 giorni terrestri, cosa che dimostra che è molto vicino alla sua stella (circa 0,04 unità astronomiche).
La sua temperatura superficiale, conseguentemente, è molto alta ed è stata calcolata dagli astronomi in circa 431° kelvin. Questo sistema si trova ad una distanza da noi di circa 206 anni luce.

Pianeta TOI 237b

TOI 237b è invece una superterra che è circa il 44% più grande del nostro pianeta oltre che tre volte più massiccio. Con una temperatura superficiale di 355° kelvin, anche questo pianeta si rivela dunque molto caldo e proprio per questo molto vicino alla sua stella (si trova ad una distanza di 0,03 unità astronomiche dalla stella) intorno alla quale esegue un’orbita completa ogni 5,44 giorni terrestri.

Pianeti sembrano inabitabili

Entrambi i pianeti sembrano dunque inabitabili, almeno per la vita che conosciamo, ossia quella terrestre, ma potrebbero rivelarsi come “laboratori” interessanti per capire la formazione e la composizione delle tipologie di pianeti di cui sono referenti (subnettuniani e superterre roventi). Lo studio è stato pubblicato su arXiv.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook