Un milione di specie rischia estinzione a causa di umani secondo rapporto ONU

Il numero di specie viventi che rischiano l’estinzione a causa delle azioni umane si aggira intorno al milione secondo una valutazione delle Nazioni Unite che dovrà essere presentata ai delegati di 130 nazioni a Parigi dal 29 aprile.
Si tratta di una perdita per la biodiversità mondiale non indifferente come specifica Robert Watson, presidente dell’organismo incaricato dell’ONU del gruppo di ricercatori che ha redatto il rapporto.

Tra le azioni umane che stanno portando alle più gravi minacce per quanto riguarda specie animali e piante vi sono la deforestazione, l’agricoltura e l’allevamento. Questi tre comparti rappresentano da soli circa un quarto delle emissioni di gas serra mondiali.
Inoltre queste attività stanno portando al restringimento progressivo degli habitat, e quindi degli ecosistemi, e al cambiamento del suolo che risulta non più adatto per numerose specie. Si cita inoltre il problema delle specie aliene, nella maggior parte dei casi inserite in ambienti non nativi proprio a causa delle attività umane.

Nel rapporto si cita una “imminente e rapida accelerazione nel tasso globale di estinzione delle specie” con un ritmo di perdita che risulta addirittura già centinaia di volte superiori alla media degli ultimi 10 milioni di anni.
Si stima che molte delle specie prese in considerazione possano estinguersi nel giro di decenni. Considerando che ad oggi sono state classificate circa 8 milioni di specie distinte, tra animali e vegetali, un quarto delle quali rappresentate da insetti, il calo, anche solo considerando il profilo numerico, sembra drammatico.

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo