Uomini con più capelli preferiti come leader rispetto a quelli calvi o con testa rasata

Gli uomini con più capelli, rispetto a quelli calvi o con la testa completamente rasata, sarebbero preferiti come leader a livello psicologico secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Otago. E non solo, gli uomini con più capelli in testa sarebbero considerati anche più attraenti, giovani, intelligenti e sani.

I ricercatori hanno svolto, nel corso di una prima fase, un esperimento facendo guardare a 634 persone le foto di 31 uomini modificate digitalmente in modo da avere una chioma piena, una testa rasata oppure una calvizie naturale.
I partecipanti allo studio, dopo aver visto la foto, dovevano poi valutare le loro percezioni in base a sette tratti: età, leadership, mascolinità, dominio, attrattiva, salute e intelligenza.

In una seconda e terza fase fase, le stesse foto venivano poi mostrate ad altre centinaia di partecipanti e a questi ultimi veniva invece chiesto di valutare la loro preferenza in termini di leader anche a seconda di vari contesti, come ad esempio in tempi di pace o in tempi di guerra.

“Eravamo interessati a vedere se la semplice decisione di un leader di radersi la testa avrebbe cambiato il modo in cui i follower li percepiscono e successivamente li approvano come leader”, dichiara Nancy Blaker, una delle ricercatrici impegnate nello studio secondo la quale l’aspetto fisico risulta ancora molto importante per avere più probabilità di successo nella leadership.

I risultati mostravano che gli uomini con testa rasata venivano percepiti come più dominanti. Quelli naturalmente calvi venivano percepite come più vecchi.
Inoltre gli uomini con testa rasata oppure naturalmente calvi erano considerati più maschili degli uomini con una chioma ricca di capelli. Questi ultimi però venivano percepiti come più sani e più attraenti.
Infine gli uomini con più capelli venivano scelti come leader preferiti.

“Pensavamo che la testa rasata dall’aspetto dominante avrebbe dato loro una spinta di preferenza durante il conflitto, ma invece ha dato loro una penalità durante la pace”, dichiara ancora la ricercatrice. “Inoltre, abbiamo trovato nei due studi sul paradigma del voto che le teste piene di capelli erano generalmente maggiormente preferite come leader, indipendentemente dal contesto, poiché gli studi precedenti non avevano trovato alcuna preferenza generale. Ciò è probabilmente dovuto ad una maggiore percezione dell’attrattiva e salute nei confronti delle teste piene di capelli rispetto alle teste rasate e alle teste calve”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook