Uova a colazione possono aiutare a contrastare picchi glicemici nelle persone diabetiche secondo ricerca

Mangiare un pasto con un basso contenuto di carboidrati ma con un alto contenuto di grassi al mattino potrebbe rivelarsi utile per i pazienti diabetici secondo uno studio prodotto dal ricercatore Jonathan Little della University of British Columbia, Okanagan.
Nello specifico un pasto del genere potrebbe aiutare a contrastare il picco di zuccheri nel sangue che segue di solito il momento della colazione. Questo picco è dovuto alla naturale resistenza all’insulina durante il mattino nelle persone con diabete di tipo 2.

La colazione è, secondo lo stesso ricercatore, da sempre uno dei pasti più problematici per le persone con diabete di tipo 2 perché può portare a pericolosi picchi di zucchero nel sangue.
Le conclusioni dei ricercatori si basano su due giorni di sperimentazione su vari partecipanti. Questi ultimi per un giorno hanno mangiato a colazione una frittata e nell’altro farina d’avena e un po’ di frutta. Durante i due giorni pranzo e cena erano invece identici.

I risultati mostravano che il consumo di una colazione con un basso contenuto di carboidrati ma con un alto contenuto di grassi, come le uova, preveniva completamente i picchi glicemici dopo la colazione e questo migliorava anche la stabilità delle letture glicemiche nel corso di tutte e 24 le ore.
Secondo il ricercatore mangiare pasti con basso contenuto di carboidrati e con alto contenuto di grassi a colazione può rivelarsi un modo pratico e veloce per gestire i picchi di glucosio mattutini.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Rimani in contatto

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”

Commenta per primo

Rispondi